menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alluvione nel parmense, Bernazzoli: "Copriremo le spese dei comuni"

Mentre si lavora al ripristino e alla messa in sicurezza delle zone colpite, il presidente della Provincia al tavolo istituzionale sul nubifragio rilancia l'impegno per sostenere le richieste dei sindaci

Cento millimetri in un’ora, praticamente il doppio di quanto piove nell’intero mese di giugno. E’ questa la misura dell’acqua caduta dieci giorni fa nella zona “alta” del Parco dei Boschi di Carrega. Un evento eccezionale, come sottolineano i numeri ormai ufficiali, che ha toccato alcune aree dei territori di Sala Baganza, Collecchio e Fornovo.

In Provincia si è fatto il punto della situazione al tavolo istituzionale convocato dal Presidente Vincenzo Bernazzoli e al quale sono intervenuti i sindaci di sala Baganza Cristina Merusi, Manuela Grenti di Fornovo e Paolo Bianchi di Collecchio, l’assessore provinciale alla Viabilità Andrea Fellini, il responsabile del Servizio Tecnico di Bacino Gianfranco Larini.

“Siamo in campo al fianco dei comuni nel sostenere in tutte le sedi  le richieste avanzate dai sindaci per ottenere lo stato di emergenza – spiega Bernazzoli –Stiamo lavorando per la messa sicurezza dei luoghi colpiti in particolare  del centro di Sala Baganza, quelli di Gaiano, Ozzano e Riccò, e naturalmente lungo il corso dello Scodogna. In alcune zone sono possibili interventi in tempi brevi,  altri casi  necessitano studi e approfondimenti che avvieremo. Sul tema delle risorse l’obiettivo è reperire quanto più possibile da Stato e Regione. pur senza nascondere, per il rispetto dovuto ai cittadini, le difficoltà del momento che tutti possiamo vedere. La Regione ha già stanziato una parte dei fondi per le rimanenze è necessario che le spese dei Comuni vengano coperte al 100%” 

Per quanto riguarda il ritorno alla normalità, dal tavolo è emerso che sono in corso i lavori di somma urgenza e ripristino su strade e edifici pubblici, per un ammontare di circa 800mila euro compresi anche gli interventi in capo al Servizio Tecnico di Bacino (140mila euro).
Procede anche la valutazione dei danni ai privati che gli uffici comunali  stanno raccogliendo, e che già ora sono ben superiori ai 10 mln di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento