menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alluvioni, 25 milioni di euro all'Emilia. "Errani chieda lo stato d'emergenza"

Il deputato del Carroccio, Fabio Rainieri, aveva presentato un'interrogazione subito dopo il nubigìfragio dell'11 giugno. "La Regione faccia attenzione ai molti danni della provincia di Parma"

Sono 25 milioni per il superamento dell'emergenza e 81.068.400 per interventi urgenti di mitigazione del rischio idrogeologico: è lo stanziamento dal Governo in favore della regione Emilia duramente colpita dall'alluvione dell'11 giugno". Lo rende noto il deputato leghista parmigiano Fabio Rainieri, che subito dopo l'alluvione, aveva presentato un'interrogazione parlamentare.

"Il sottosegretario all'Ambiente, Giampiero Catone ha preso atto - prosegue Rainieri - che l'Emilia-Romagna è stata interessata da eccezionali nubifragi di elevata intensità che hanno causato forti disagi e danni alla popolazione, alle infrastrutture pubbliche ed alle attività produttive e ha sottolineato che in data 4 maggio è stato firmato l'Atto integrativo all'Accordo di programma tra il ministero dell'Ambiente e la Regione Emilia-Romagna, che riquantifica in complessivi 81.068.400,00 euro le risorse statali da attribuire alla regione per il finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico".

E "sono state valutate in 25 milioni di euro le risorse economiche occorrenti per il superamento della prima emergenza". "Affinché questi fondi siano effettivamente disponibili è però necessario - fa notare Rainieri - che la Regione, e quindi il presidente Errani, richieda in tempi estremamente rapidi lo stato di emergenza". Il parlamentare leghista conclude augurandosi che "la Regione valuti con attenzione come e dove impiegare le risorse facendo particolare riferimento alla difficile situazione e ai molti danni registrati dalla provincia di Parma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento