menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Studenti costretti a trasportare lettini", la preside del Bodoni: "Casi isolati"

Le parole di Luciana Donelli, la dirigente scolastica di uno degli istituti coinvolti dopo la denuncia dell'Unione degli Studenti: "Nel 99% dei casi sono gli studenti a chiedere di proseguire lo stage anche in estate"

Alternanza scuola-lavoro. Dopo la denuncia dell'Unione degli Studenti su un caso di studenti che, durante le ore previste, lavorano per sei ore al giorno
sposando lettini e sdrai all'interno della piscina di un Centro sportivo, invece di utilizzare - come previsto - il software gestionale, parla Luciana Donelli. la dirigente scolastica del Bodoni, uno degli istituti coinvolti. 

"L'alternanza scuola-lavoro per le classi quarte -esordisce la dirigente scolastica - viene fatta durante il periodo scolastico. Soltanto per quelli che durante il periodo scolastico non hanno modo di effettuarla durante quel periodo viene estesa: sto parlando limitatamente alle classi quarte. Nei periodi estivi spesso sono i ragazzi stessi che scelgono di farlo: non rientra, a tutti gli effetti, nell'alternanza scuola-lavoro. Lo fanno anche per completare un lavoro iniziato durante l'anno o sono le stesse aziende che le hanno avute a chiederlo. Sono i ragazzi a chiederlo di farlo durante l'estate".

"Inviterei gli studenti dell'Unione degli Studenti a non generalizzare troppo frettolosamente: il caso presentato ha delle motivazioni a monte che non sono tutte note. Io invece invito a prendere in considerazione il fatto che nel 99% dei casi sono i ragazzi chiedere di proseguire lo stage fatto durante l'anno e nel 99,99% abbiamo dei riscontri positivi sia dagli studenti che dalle aziende. E' chiaro che non tutti sono santi e non tutte le aziende si comportano perfettamente: siamo qui anche per intervenire nel caso in cui un'azienda sia scorretta. Sono casi isolati che cerchiamo di tenere sotto controllo: abbiamo il tutor scolastico che ha il filo diretto sia con loro che con il tutor aziendale: se ci sono dei problemi siamo i primi ad interrompere. Mi dispiace che i ragazzi  non si sentano tutelati dalla scuola, che invece ha proprio questo ruolo". 

LA DENUNCIA - "Studenti trasportano ombrelloni e lettini per 6 ore al giorno": la denuncia dell'Unione degli Studenti. Convinti - dichiara Francesca Picci, coordinatrice nazionale dell’Unione degli Studenti - di dover usare il software gestionale del centro gli studenti hanno accettato l’esperienza che si dovrebbe concludere il 24 luglio. Sono costretti invece per 6 ore al giorno, sotto al sole a trasportare lettini.“
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Cgil: assemblea per far ottenere i rimborsi ai rider

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento