menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Michele Alinovi, Federico Pizzarotti

Michele Alinovi, Federico Pizzarotti

Amianto, Alinovi: "Ridurremo l'utilizzo di ofioliti nelle cave"

L'assessore: "Intendiamo porre come limite 500 mg al Kg di fibre di amianto all'interno delle pietre verdi che entrano nei cantieri". Novità per i commercianti: gratis il cambio d'uso di attività

Un passo significativo verso la riduzione delle emissioni di amianto quello pensato dall'assessore Michele Alinovi e illustrato alla stampa prima di diventare oggetto di delibera di Giunta. Ingenti i danni biologici provocati nei cantieri dall'utilizzo di ofioliti, che determinano un "bombardamento" di fibre di amianto a danno non solo di chi lavora nel cantiere ma di chi vive nei pressi. Nell'intento di puntare verso un abbattimento totale di materiali che lo contengono, il primo passo del Comune è quello di ridurre del 99% l'utilizzo nel territorio comunale.

"Intendiamo porre come limite 500 mg al Kg di fibre di amianto all'interno delle pietre verdi che entrano nei cantieri, sia relativamente a lavori pubblici che privati. Chi non rispetterà questi limiti sarà sanzionato. L'eliminazione totale comporterebbe ricadute anche occupazionali su un settore, quello dell'edilizia, già al collasso dal punto di vista economico, con possibili effetti come taglio di personale. Per questo abbiamo pensato a un primo passo che è già una grossa limitazione, nell'intento di bandirne completamente l'utilizzo".

Altra novità una variante al Rue che permetterà agli standard per piccoli negozi, sali e tabacchi e rivenditori di riviste un innalzamento della cessione degli standard di parcheggio da 1,5 m² ogni 10 m² a 4 m² per ogni 10 m². L'innalzamento della gestione degli standard di parcheggio per i piccoli negozi, precisa Alinovi, non significa un disincentivo all'apertura di nuove attività, ma ad agevolare chi ce l'ha, perchè permette un cambio d'uso di attività gratis, determinando una diminuzione dei pignoramenti. "Uno degli effetti immediati potrebbe sicuramente essere quello di non vedere più quartieri di periferia deserti perchè composti da attività chiuse con conseguenti disagi sociali per chi ci vive e percezione di minore presidio sociale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento