Polesine-Zibello: Censi si dimette, Comune commissariato

Dopo il ricorso al Riesame della Procura che ha chiesto il carcere invece dei domiciliari

Andrea Censi si è dimesso dalla carica di sindaco di Polesine-Zibello. Arrestato lo scorso 23 ottobre, travolto dall'accusa di truffa e corruzione, era ai domiciliari per una serie di reati legati all'uso di fondi pubblici per iniziative private. La Procura di Parma aveva già chiesto la custodia cautelare in carcere con la revoca dei domiciliari, perché i reati di cui è accusato sarebbero gravissimi e con il rischio di reiterazione. Il Comune va verso il commissariamento. 

Potrebbe interessarti

  • Formiche, i rimedi naturali per allontanarle da casa

  • I rimedi naturali per allontanare api, vespe e calabroni senza danneggiare l'ambiente

  • 'Io accolgo': il flash mob con le coperte termiche al Regio

  • I benefici di avere un animale domestico in casa, anche per i bambini

I più letti della settimana

  • Terrore a Traversetolo, autobus a zig zag: i passeggeri evitano la tragedia

  • Respiccio di Fornovo: 53enne muore mentre spegne un incendio

  • Tutte le tortellate di San Giovanni a Parma e provincia

  • Choc in Pilotta, violenza sessuale contro una ventenne: arrestato 28enne pachistano

  • Autobus impazzito a Traversetolo: l'autista è stato sospeso dal servizio

  • L'ombra delle corse clandestine dietro l'incidente a Traversetolo: "Sfrecciavano una attaccata all'altra"

Torna su
ParmaToday è in caricamento