Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Monte Caio: interrotte le ricerche di Andrea Diobelli a causa del maltempo

Il manager della Davines e scialpinista esperto, non si trova da lunedì sera: anche i figli e il fratello partecipano alle azioni di soccorso, che riprenderanno appena possibile

Andrea Diobelli non si trova da cinque giorni. Lo sciatore 52enne che si è avventurato, nella serata di lunedì 28 dicembre, in un'escursione in solitaria non ha fatto più ritorno a casa. I familiari del manager, che lavora alla Davines di Parma, hanno dato l'allarme e le ricerche sono scattate dalle prime ore della mattina di martedì 29 dicembre. Sono proseguite per altri quattro giorni: poi ieri, 2 gennaio, la decisione di sospenderle a causa del maltempo e della neve, che ha raggiunto comuli anche di tre metri.  

andre-diobelli-disperso-2

Sono momenti tragici per la famiglia di Diobelli, scialpinista esperto che aveva con sè l'Arva, strumento elettronico utilizzato per la ricerca delle persone travolte dalle valanghe. Gli operatori del Soccorso Alpino, che hanno lo stesso dispositivo, non hanno ricevuto però nessun segnale. Anche i figli e il fratello di Andrea stanno partecipando alla ricerche che riprenderanno appena le condizioni meteo garantiranno il livello di sicurezza minimo per poter intervenire. L’auto di Andrea Diobelli è stata ritrovata sulla strada che porta alla località Grande Faggio, ma la neve ha coperto le sue tracce. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte Caio: interrotte le ricerche di Andrea Diobelli a causa del maltempo

ParmaToday è in caricamento