menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legacoop Emilia Ovest: Andrea Volta è il nuovo presidente

Nel giorno della sua elezione si è tenuta una tavola rotonda con i Sindaci di Parma, Reggio e Piacenza con il presidente della Regione sul tema della riorganizzazione territoriale

Legacoop Emilia Ovest, nata nel novembre scorso dall’unione delle associazioni di Parma, Reggio e Piacenza, ha eletto oggi a Reggio (mercoledì 18 febbraio) il suo nuovo presidente, che succede a Simona Caselli, chiamata nella compagine di governo della Regione Emilia-Romagna come assessore all’Agricoltura,  e presente all’Assemblea per portare il suo saluto. È Andrea Volta, ex presidente Legacoop Parma, classe 1978, a raccogliere il testimone in un momento cruciale per il movimento cooperativo del nostro bacino e per la congiuntura che le imprese stanno vivendo con grandi sofferenze. La squadra di presidenza vede al suo fianco i due vice, Luca Bosi e Maurizio Molinelli, quest’ultimo riveste anche la funzione di vicario.

Gli obiettivi sono tanti, urgenti e condivisi. “Per guardare avanti” - ha dichiarato Volta nella sua relazione di insediamento – “occorre volgere lo sguardo al nostro passato di cooperatori. La cooperazione è nata da un gruppo di persone che, in condizioni di estrema difficoltà, hanno unito le forze per ottenere condizioni di vita e di lavoro migliori. Ci sono riusciti. Oggi a distanza di 170 anni dalla nascita della prima cooperativa composta da una trentina di uomini e donne, i cooperatori nel mondo sono oltre il miliardo, a testimonianza del successo di questa forma di impresa”.

“La crisi perdurante rischia di erodere il vantaggio iniziale di migliore tenuta” – aggiunge - “inoltre, gli ultimi fatti di cronaca ci hanno penalizzato molto. Dobbiamo riconquistare la fiducia dei nostri concittadini, in parte compromessa ingiustamente dal fango indiscriminato che ci è piovuto addosso. I colpevoli devono pagare, e noi, insieme alle istituzioni, ci assumiamo l’impegno di arginare il più possibile fenomeni devianti. Ma non possiamo accettare di mettere in discussione il nostro peso e il nostro valore per la società: dal lavoro ai servizi, dal consumo all’abitazione”.
“La nascita di Legacoop Emilia Ovest” – sottolinea Volta – “testimonia la volontà del movimento di dare una svolta decisiva in termini di ottimizzazione delle risorse e dei servizi, di maggiore efficacia interlocutoria, di visione strategica rispetto al ruolo della cooperazione in questo territorio che ne è così ricco”.

L'Assemblea ha poi eletto la Commissione legalità. Sul tema è intervenuto con fermezza il nuovo vicepresidente Luca Bosi. “Ogni speciosa analisi che tenta di avvicinare l’illegalità e gli affari malavitosi alla cooperazione – ha affermato Bosi - non va semplicemente condannata ma denunciata senza mezzi termini. Combattere l’illegalità e i tentativi di infiltrazione – ha poi proseguito Bosi - significa anche dotarsi di strumenti efficaci ed efficienti. Su questo aspetto urliamo il nostro no alle gare al massimo ribasso perché è del tutto evidente che quando si vede un’aggiudicazione con uno sconto doppio o triplo rispetto alla media non ci vuole un genio a capire che qualcosa non funziona e questa è una richiesta espressa che facciamo a tutte le istituzioni pubbliche. Così come deve proseguire la lotta alle cooperative spurie. E infine – ha concluso Bosi – dobbiamo togliere alla mafia un pezzo di quanto hanno di più prezioso, il patrimonio”.

Il programma è proseguito con una tavola rotonda aperta al pubblico sulla riorganizzazione territoriale dell’Emilia-Romagna, a cui sono intervenuti il presidente della Giunta regionale Stefano Bonaccini, i sindaci di Parma Federico Pizzarotti, di Piacenza Paolo Dosi e di Reggio Emilia Luca Vecchi, e il presidente regionale di Legacoop Giovanni Monti. Infine, ha parlato e chiuso i lavori il presidente Legacoop nazionale Mauro Lusetti.
Legacoop Emilia Ovest rappresenta 389 cooperative nelle tre province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia, diverse delle quali leader nei rispettivi settori a livello nazionale. Le cooperative aderenti a Legacoop Emilia Ovest associano oltre 745mila  soci, per un valore complessivo della produzione di 8miliardi di euro, con 57mila addetti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento