Via Cavour, protesta di Animals Freedom contro le pellicce Max & Co

Sabato pomeriggio il gruppo animalista ha promosso un presidio di fronte al negozio, parte di Max Mara Fashion Group, che ha incuriosito molti passanti: cartelli, pellicce insanguinate e una ragazza in gabbia

La protesta degli animalisti in via Cavour

Cartelli, manifesti, ragazze che indossano finte pellicce sporche di sangue, slogan e volantini in piano centro. E' la protesta che gli animalisti hanno promosso sabato pomeriggio in via Cavour di fronte al negozio Max & Co che fa parte di Max Mara Fashion Group, nei confronti del quale è attiva una campagna nazionale di boicottaggio e protesta. Gli attivisti di Animals Freedom hanno informato, come già avevano fatto altre volte, i passanti sulla presenza di pellicce ed inserti in pelle animale all'interno del negozio.

"Max Mara Fashion Group- si legge in una nota diffusa dal gruppo- è sporco del sangue di milioni di animali uccisi in modo a dir poco barbaro per l'industria della moda. Ma questa non è moda, è solo crudeltà, come può un mestiere creativo e ricco di grazia e buon gusto come quello dello stilista utilizzare la morte e la sofferenza altrui? Se le persone pensassero che il manto che "adorna" i capi che comprano non è per niente diverso da quello del proprio cane/gatto queste "mode delle caverne" non esisterebbero".

L'attenzione dei numerosi passanti è stata attirata dalla presenza di una gabbia per animali con all'interno una ragazza che, per tutto il tempo della protesta, è rimasta all'interno di una struttura molto stretta, per cercare di sensibilizzare le persone sul trattamento riservato agli animali. Tanti i passanti incuriositi che si sono fermati ad osservare la scena. Sull'asfalto numerosi cartelli ricordavano le pratiche utilizzate per uccidere gli animali, utilizzati poi per pellicce ed inserti di altri capi di abbigliamento: sono stati posizionati anche alcuni cerini in ricordo dei tanti animali morti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • A Parma vietate le feste e lo sport amatoriale: mascherina in casa con i non conviventi

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento