Cronaca

Nasce Anomalia Parma, un altro portale? "No, una piazza virtuale"

Da pochi giorni è on line il sito Anomaliaparma.org. Non l'ennesimo portale informativo ma "una piazza virtuale. L'anomalia è quella di una città con uno dei più alti debiti pubblici pro capite"

Nasce il progetto Anomalia Parma. Un altro portale di informazione nella giungla dell'informazione parmigiana? No, sarà una piazza virtuale. Parola dei promotori che per l'occasione hanno redatto un editoriale dove spiegano il perchè del progetto. "Non uno spazio sul web neutro, non un luogo immateriale da concepire come un contenitore da riempire, non un sito né tantomeno un blog. Nell’epoca delle relazioni sul web, nel tempo delle leggi sulla diffamazione che chiudono gli spazi di democrazia e tentano di imbrigliare la potenza della cooperazione, tentiamo di aprire una scommessa che sappia deviare una strada che sembrerebbe già segnata".

Il progetto, nato nell'ambito delle esperienze di Casa Cantoniera ed ArtLab, fa riferimento ad un portale internet, dove si possono trovare alcune sezioni 'Ambiente e sovranità alimentare', 'Diritti di cittadinanza', 'Università e saperi', 'Welfare e lavoro', 'Antifascismo', 'Sport' e 'Cultura'. "L’anomalia della città -si legge nell'editoriale- con uno dei più alti debiti pubblici procapite d’Italia è anche l’anomalia che ha messo in crisi il sistema dei partiti e che ne ha decretato lo sganciamento dai bisogni e dai desideri della popolazione. Un’anomalia prodotta da uno scatto di dignità dei cittadini che, attraversando le urne, hanno spazzato via la destra affarista e responsabile della catastrofe del debito, e una sinistra incapace di rinnovarsi, non nei processi di rottamazione ma nell’idea della giustizia sociale".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce Anomalia Parma, un altro portale? "No, una piazza virtuale"

ParmaToday è in caricamento