menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disturbi alimentari shock: casi aumentati del 250%

In tre anni, dal 2011 al 2014 il numero delle persone seguite dal programma specifico dedicato a queste malattie è aumentato esponenzialmente: ecco come

Nella città di Parma i casi di disturbi alimentari sono aumentati a dismisura negli ultimi anni: nei tre che vanno dal 2011 al 2014, gli ultimi dati disponibili, l'aumento dei casi seguiti di giovani con disturbi alimentari, anoressa e bulimia principalmente, sono aumentati a dismisura. Nel dettaglio vediamo come dalle 39 persone che nel 2011 hanno chiesto aiuto per un primo contatto con le strutture delle due Aziende sanitarie, l'Azienda Unità Sanitaria Locale e l'Azienda Ospedaliero-Universitaria, con il privato sociale e con il privato accreditato si passa, nel 2014 alle 109 persone che hanno richiesto un primo contatto. Le realtà di cui abbiamo parlato lavorano tramite un apposito programma specificatamente rivolto ai disturbi alimentari. Se nel 2011 i pazienti in cura attraverso questo programma erano 75 nel 2014, tre anni, dopo erano 190. Un aumento in questo caso di circa il 150%, Un incremento spaventoso in entrambe le statistiche: sempre più giovani e giovanissimi, in buona parte di sesso femminile, si sono rivolte alle strutture sanitarie per una richiesta d'aiuto. Il numero di persone prese in cura supera quello dei primi contatti; anche questo elemento è significativo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento