Il Premio Città di Montalcino 2014 al professor Antonio Parisella

Al prof. Antonio Parisella, vicepresidente dell'INSOR-Istituto nazionale di sociologia rurale, "per la sua notevole attività storiografica" è stato assegnato per il 2014 il Premio Città di Montalcino, promosso dal Comune e dal Consorzio del Brunello

"Siamo lieti di comunicarvi -si legge in una nota- che al prof. Antonio Parisella, vicepresidente dell’INSOR-Istituto nazionale di sociologia rurale, “per la sua notevole attività storiografica” è stato assegnato per il 2014 il Premio Città di Montalcino, promosso dal Comune e dal Consorzio del Brunello, che viene ogni anno attribuito a studiosi di storia della società rurale e del mondo contadino. Il prof. Antonio Parisella, nel comunicare al Sindaco di Montalcino l’accettazione del premio, gli ha espresso la sua grande gratitudine alla Città per il grande onore che gli fa assegnandogli un riconoscimento così autorevolmente famoso ed aggiungendo il suo modesto nome alla lista di così autorevoli personaggi, alcuni dei quali veri maestri, che l’hanno ricevuto in precedenza. Infatti, nelle tredici edizioni il Premio Città di Montalcino è stato finora assegnato a Giovanni Cherubini, Carlo Poni, Piero Bevilacqua, Franco Cazzola, Rinaldo Comba, Mario Mirri, Corrado Barberis, Jean Marie Martin, Alberto Maria Cirese, Vincenzo D'Alessandro, Carlo Pazzagli, Saverio Russo, Gianfranco Pasquali.

Nel confermare che parteciperà con vero piacere alla cerimonia di consegna di domenica 7 settembre alle ore 18 nel Loggiato di Piazza del Popolo di Montalcino, che di solito è anche un momento di festa e partecipazione popolare, in concomitanza con l'annuale Laboratorio internazionale di storia agraria, il prof. Antonio Parisella ha comunicato anche il titolo del suo breve intervento su uno dei temi delle sue ricerche: "Senz'armi, ma anch'essa Resistenza. Contadini italiani e prigionieri britannici nell'Italia del 1943-45". Con esso, vuole anche onorare la memoria del prof. Roger Absalom, dell’Università di Sheffield, maestro ed amico, scomparso cinque anni fa, che era stato protagonista e testimone diretto delle vicende e che al tema aveva dedicato la intera sua opera di storico ed antropologo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • VIRUS CINESE | CASO SOSPETTO A PARMA: donna al Maggiore

  • Collecchio: è morto il bimbo di 5 anni precipitato dalla finestra

  • Pauroso schianto tra auto e camion nella notte a Botteghino: un morto

  • Regionali, a Parma vince la Borgonzoni: Lega primo partito al 36,50%

  • Il voto in provincia: Borgonzoni batte Bonaccini in 42 Comuni su 44

  • Scontro frontale a Botteghino: muore un 33enne di Pilastrello

Torna su
ParmaToday è in caricamento