rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Anziana 82enne truffata da un falso dipendente comunale

Un uomo ben vestito si è presentato alla porta della sua casa in via S. Pier Damiani chiedendo il pagamento di 398 euro per la tassa dei rifiuti: poi con una scusa ne ha rubati altri 500

Ennesima truffa ai danni di una persona anziana. Verso le ore 12 di ieri, lunedì 29 maggio, un uomo si è presentato alla porta di casa di un'anziana di 82 anni in via S. Pier Damiani spacciandosi per dipendente comunale. La donna, che ha creduto all'identità dell'uomo, probabilmente perchè ben vestito e distinto, è stata vigiliaccamente truffata. Il falso dipendente comunale ha riferito che, in seguito ad una nuova direttiva della Comunità Europea, la donna avrebbe dovuto consegnargli 398 euro in contanti per il pagamento della tassa dei rifiuti. L'anziana, dopo aver fatto entrare il truffatore, ha consegnato a lui il denaro. Il truffatore, non soddisfatto, ha chiesto di poter misurare l'appartamento per accertarsi di averle fatto pagare la quota giusta. Così si è recato in tutte le stanze della casa e ha rubato altri 500 euro. L'anziana ha avvertito la Polizia che si è recata sul posto per un sopralluogo: le indagini sono in corso per rilsare al responsabile della truffa. Il consiglio è sempre lo stesso.

L'APPELLO: 'CHIAMATECI SEMPRE' - Il fenomeno dei reati di truffa agli anziani colpisce una parte debole della cittadinanza riuscendo a far leva sull’impreparazione delle vittime e spesso sullo stato di solitudine che spesso caratterizza le persone anziane. "La Polizia di Stato vuole quindi focalizzare l’attenzione su questo fenomeno. Il nostro invito, rivolto alle persone anziane (ma non solo), è sempre il medesimo, “chiamateci sempre”, al minimo sospetto e senza indugiare. “Non siete soli, chiamateci sempre”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana 82enne truffata da un falso dipendente comunale

ParmaToday è in caricamento