menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Multato l'anziano caduto per una buca in strada. Il Comune: "Applicate le norme"

Il consigliere di Parma Unita, Roberto Ghiretti, interviene sulla vicenda dell'anziano caduto a causa di una buca che si è visto recapitare a casa un verbale di 42 euro perché la caduta è avvenuta al di fuori della pista ciclabile

Il consigliere di Parma Unita, Roberto Ghiretti, interviene sulla vicenda dell'anziano caduto a causa di una buca che si è visto recapitare a casa un verbale di 42 euro perché la caduta è avvenuta al di fuori della pista ciclabile.

"Ho atteso che arrivasse una buona notizia per scrivere questo mio intervento e per fortuna è arrivata. Mi riferisco al caso del signor Severino, l'anziano caduto da bicicletta quattro mesi fa a causa di una buca sulla strada e finito in coma all'ospedale di Parma. Per fortuna il signor Severino è oggi fuori pericolo e in buone condizioni e quindi possiamo concentrarci su alcuni contorni di questa vicenda che mi hanno lasciato davvero senza parole come consigliere del Comune di Parma. Sì perché si deve sapere che circa un mese fa sono stato contattato dal figlio del signor Severino il quale mi ha descritto una situazione a dir poco allucinante.

La famiglia infatti non solo non ha ricevuto alcuna attenzione da parte dell'amministrazione comunale (una telefonata da parte del sindaco sarebbe stata un gesto quantomeno di cortesia) ma si è vista recapitare a casa un verbale di 42 euro perché la caduta è avvenuta al di fuori della pista ciclabile! Non solo, alla richiesta da parte della famiglia di un aiuto per l'assistenza (24 ore su 24) del padre nei mesi in cui era ricoverato in stato di coma è stato risposto che non era possibile fare nulla.  

Io sono certo che il comportamento del Comune sia stato ineccepibile dal punto di vista del rispetto dei regolamenti e delle procedure, ma devo dire che non posso e non voglio riconoscermi in questa “freddezza amministrativa” che lascia sola una famiglia in seguito ad un grave incidente causato con ogni probabilità da un'insufficiente manutenzione delle strade comunali.
Siamo a Parma, siamo una comunità tutto sommato ancora piccola, abbiamo il dovere come amministratori di essere vicino ai cittadini, soprattutto in casi come questo. A mio giudizio in questa vicenda si è persa una buona occasione per essere davvero dalla parte dei cittadini, forse perché, come ha spiegato mirabilmente a suo tempo il Sindaco, lo sguardo di qualcuno è troppo spesso puntato verso l'alto".

La nota del Comune di Parma

"Multa al signor Severino, nessun accanimento da parte della Polizia municipale"

"Interveniamo facendo seguito alla nota del consigliere Roberto Ghiretti in merito alla vicenda del signor Severino, vittima, qualche mese fa, di un incidente a seguito di caduta in bicicletta, forse a causa di una buca sulla sede stradale.

Nell’esprimere, da parte del Comune, sollievo per il miglioramento delle condizioni di salute del signor Severino, ci limitiamo, per competenza, a spiegare le motivazioni che stanno alla base dell’intervento della Polizia municipale, che non avrebbe potuto agire diversamente, dovendosi attenere rigorosamente alle prescrizioni della normativa vigente.

Per incidenti legati a cadute in bicicletta, a seguito di buche presenti sul selciato, vanno fatte alcune precisazioni. La prima è che se la strada in cui è avvenuto l’incidente è dotata di pista ciclabile, vi è l’obbligo da parte del ciclista di percorrere la pista stessa. A questa disposizione, purtroppo, non si è attenuto il signor Severino che, suo malgrado, è  incorso in un incidente proprio lungo la carreggiata di una strada dotata, appunto, di pista ciclabile.

Gli agenti di polizia municipale, in quella circostanza, non avrebbero potuto ignorare le prescrizioni del Codice della Strada, in quanto il loro comportamento si sarebbe configurato come omissione di atti d’ufficio, ed hanno quindi multato il signor Severino  proprio per questo motivo.
I vigili – pertanto - si sono limitati ad effettuare i rilievi oggettivi e ad applicare la norma, senza alcuna possibilità di comportarsi in modo diverso.

Per completezza di informazione – senza con ciò voler entrare nel merito specifico della vicenda - va aggiunto che, in merito alla presenza sulle strade di avallamenti o buche, si possono presentare diverse situazioni: se la buca non è visibile, ma è correttamente segnalata, allora non vi sono implicazioni per l’Amministrazione in caso di potenziali ricorsi, così come nel caso in cui la buca sia ben visibile ad occhio nudo, in quanto, non rappresentando un’insidia nascosta nei confronti di chi circola sulla strada, per giurisprudenza costante, non vi è responsabilità per carenza di manutenzione da parte dell’Amministrazione competente.

L’Amministrazione comunale, dispiaciuta per l’accaduto, e anche per non aver potuto prestare aiuto concreto all’interessato e alla famiglia, esprime la sua solidarietà al signor Severino e assicura i cittadini di Parma che, anche in tempi di grosse difficoltà economiche, sta mettendo in atto tutti gli accorgimenti ragionevolmente possibili per far sì che i cittadini possano circolare in sicurezza sulle strade della città."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento