menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagli ai disabili, il Sappe: "Vendete gli appartamenti riservati alle forze dell'ordine"

"Questa sigla sindacale -scrive Errico Maiorisi- vuole portare all'attenzione di tutti che già dal mese di giugno, cerchiamo invano di far vendere all'Amministrazione comunale gli oltre 80 appartamenti di edilizia sovvenzionata, riservati alle forze dell'ordine"

"In merito alle ultime dichiarazioni sulla mancanza di fondi per la gestione comunale del servizio di integrazione disabili scrive Errico Maiorisi, segretario del Sappe di Parma- questa sigla sindacale vuole portare all’attenzione di tutti che già dal mese di giugno, cerchiamo invano di far vendere all’Amministrazione comunale gli oltre 80 appartamenti di edilizia sovvenzionata, riservati alle forze dell’ordine. La vendita di questi appartamenti è possibile già dal mese di Maggio dello scorso anno, con la legge n. 80 del 23 maggio 2014 di conversione al decreto legge n. 47 del 28 marzo 2014 che al comma 1-ter ne prevede specificamente l’alienazione in favore delle forze dell’ordine, senza vincoli di alcun genere e la contestuale decadenza di eventuali convenzioni di edilizia agevolata territoriale.

"Questa O.S. ha già avuto un incontro con l’Assessore Rossi, che ne ha sminuito la portata per fantomatici problemi burocratici,oltre a predisporre una lettera firmata dalla maggioranza degli assegnatari, protocollata direttamente al Comune all’attenzione del sindaco, per portarlo personalmente a conoscenza di questa possibilità, ma il tutto senza successo, aspettiamo da entrambi ancora risposte. Si fa presente che dalla vendita di tale appartamenti, si potrebbero ricavare oltre 7 milioni di euro che di sicuro andrebbero a favorire le casse comunali che a sentire quotidianamente i vertici politici comunali, sono sempre piu’ vuote. La buona politica passa anche per le istanze che pervengono dal territorio o così doveva essere per il lavoro di questa amministrazione comunale, pertanto si spera che questa decisione venga presa nel piu’ breve tempo possibile, visto che importanti servizi alle persone piu’ deboli, stanno per essere tagliati e una forma di finanziamento come questa non viene presa nemmeno in considerazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa

  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento