rotate-mobile
Cronaca

Spacciava droga ai giovanissimi in centro: 32enne denunciato

Armi, droga, guida in stato di ebrezza. Controlli dei carabinieri per Ferragosto: fermati quattro pusher

I Carabinieri del Comando Provinciale di Parma, coadiuvati da personale del Nucleo Carabinieri Antisofisticazione e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro, in questo week end hanno posto in essere un dispositivo rinforzato di controllo, su tutto il territorio ducale, volto a prevenire qualsiasi forma di illegalità e a garantire a tutta la cittadinanza un tranquillo Ferragosto.

I servizi e controlli sono stati disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Parma, per garantire alla cittadinanza una adeguata cornice di sicurezza in queste festività estive e trascorrere un Ferragosto tranquillo, mediante un massiccio impiego di pattuglie e uomini appositamente posti in circuito, sia nel capoluogo che nel resto del territorio della provincia, per assicurare capillarità ed efficacia dei controlli. Vigilati in particolare i parchi cittadini, le stazioni ferroviarie, le piazze e i principali luoghi adibiti per pic-nic e gite, anche con l’ausilio di unità cinofile.

IMG-20220814-WA0001-2-2

Fino ad oggi sono state controllate circa 390 persone e fermati 180 veicoli, effettuati numerosi controlli con etilometro, elevate 27 contravvenzioni al Codice della strada.

Non sono mancati interventi e denunce:

A Parma, la locale Compagnia Carabinieri ha tratto in arresto un 19enne su ordine del Tribunale di Bologna, con la quale veniva ripristinato la custodia cautelare in istituto penitenziario, in aggravamento di una precedente misura degli arresti domiciliari più volte violata. Il ragazzo rintracciato in questa Piazza Ghiaia, veniva quindi associato presso l'istituto di pena.

A Parma, sono stati deferiti in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica, tre persone ritenute responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il primo, un italiano 49enne, residente nel capoluogo ducale, gravato da precedenti di polizia, è stato controllato in Tizzano Val Parma e trovato in possesso di più dosi di cocaina destinati allo spaccio.

Il secondo, sempre italiano di 32 anni, di Parma, con precedenti di polizia, sottoposto a controllo in pieno centro e trovato in possesso di una cospicua quantità di hashish, destinato alla vendita a giovanissimi locali.

Il terzo, altro italiano, ventenne, con precedenti di polizia, controllato in centro è stato trovato in possesso di hashish e di un bilancino di precisione.

Nella città ducale i carabinieri hanno anche deferito per i reati di guida in stato di ebrezza alcolica e guida sotto l'effetto di sostanze stupefacenti un ventenne di Ventasso (RE), controllato in Parma con un tasso alcolemico di 0.94 g/l e risultato anche sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, oltre che in possesso di una modica quantità di cocaina. Per lui è scattato il ritiro della patente di guida e la segnalazione alla Prefettura di residenza, quale assuntore di sostanza stupefacente, oltre al sequestro della droga.

A Sala Baganza i Carabinieri della locale Stazione, coordinati dalla Compagnia di Salsomaggiore Terme, hanno denunciato un giovane per detenzione di stupefacenti. Nel corso delle verifiche di questi giorni, infatti, i Carabinieri della locale Stazione, si sono concentrati sulle zone frequentate dai più giovani, effettuando dei controlli mirati nel parco “Centro Feste”, dove in passato erano stati segnalati gruppi di ragazzi dediti a consumare droghe leggere. In questo ambito i militari sono stati attirati da due ventenni, che girovagavano in atteggiamento sospetto, prima di sedersi su una panchina con aria nervosa. Sottoposti a un controllo più accurato, uno dei due tentava di disfarsi di uno “spinello”, nascondendolo sotto la scarpa, immediatamente recuperato dai Carabinieri.

La successiva perquisizione consentiva di rinvenire dell’hashish, avvolto in cellophane ed un bilancino di precisione, che per modalità di detenzione ed occultamento, hanno fatto ritenere fosse destinato allo spaccio, facendo scattare nei confronti del responsabile una denuncia in stato di libertà.

In Borgo Val di Taro sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Parma: per porto d’armi e strumenti atti ad offendere un italiano di 52 anni, gravato da precedenti penali e di polizia, trovato in possesso di un coltello a serramanico ed un bastone riposti nella tasca dello sportello anteriore della propria autovettura. Le armi sono state conseguentemente sequestrate;

Per guida in stato di ebbrezza alcolica una donna di 60 anni, residente a Chiavari (GE), la quale sottoposta a controllo con l’etilometro, risultava avere un tasso alcolemico oltre 1.5 g/l. Di conseguenza patente di guida ritirata ed automezzo sottoposto a sequestro amministrativo. Stessa conseguenza per un uomo italiano sempre sessantenne, colto anche lui con tasso alcolemico superiore a 1.5 g/l.

Per disturbo alle occupazioni e del riposo delle persone, una donna titolare di un esercizio pubblico di Bedonia, poiché non si adoperava a porre in essere tutti quegli accorgimenti volti ad impedire schiamazzi ed urla in orario notturno, da parte dei propri avventori presenti.

In tutta la Provincia, controllati numerosi esercizi commerciali, per la verifica del rispetto della normativa sulla somministrazione degli alcolici ai minori ed in questo contesto sono stati complessivamente sanzionati amministrativamente per ubriachezza molesta 6 soggetti e segnalati quali assuntori di stupefacenti 13 giovanissimi.

Sempre in tutta la Provincia, inoltre, sono stati svariati gli interventi, tempestivamente gestisti dagli operatori del numero di pronto intervento “112”, per segnalazioni di schiamazzi, discussioni familiari e condominiali a seguito di abuso di alcoolici. In ognuno degli eventi segnalati personale dell’Arma è prontamente intervenuto assicurando il ripristino delle condizioni di legalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciava droga ai giovanissimi in centro: 32enne denunciato

ParmaToday è in caricamento