menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arquati, scongiurati i licenziamenti: solo mobilità su base volontaria

Nessuno dei lavoratori dell'Arquati riceverà come dono natalizio la lettera di licenziamento. "Dopo lunghe trattative -si legge in una nota della Cgil- che hanno visto il coinvolgimento e il prezioso contributo del sindaco di Sala Baganza e della Provincia di Parma, si è giunti ad un accodo"

Nessuno dei lavoratori dell'Arquati riceverà come dono natalizio la lettera di licenziamento. "Dopo lunghe trattative -si legge in una nota della Cgil- che hanno visto il coinvolgimento e il prezioso contributo del sindaco di Sala Baganza e della Provincia di Parma, si è giunti ad un accordo di CIGS per riorganizzazione aziendale della durata di un anno (con scadenza il 21 .12.2015). L'accordo prevede una mobilità esclusivamente su base volontaria, per chi raggiunge i requisiti pensionistici o chi manifesta volontariamente di aderire al piano di esuberi. Una riqualificazione del personale dichiarato in esubero per una sua ricollocazione all'interno del processo produttivo, una CIGS a rotazione che coinvolge tutti i 47 dipendenti dell'Arquati. Un buon risultato che, a conferma di quanto la CGIL dice da anni, dal rispetto della dignità dei lavoratori e dalla valorizzazione del lavoro e della sua qualità si può e si deve ripartire. Non è finita, la FILLEA provinciale ne è pienamente consapevole. Quello che ci attende è un nuovo anno difficile e pieno di insidie, ma forti del percorso tracciato e di una rinnovata fiducia nei propri mezzi la RSU e i lavoratori tutti sapranno con determinazione affrontare le sfide che arriveranno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento