menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapine alle farmacie di via Farini e viale dei Mille: beccati grazie ai vestiti

Autori di tre colpi tra il 14 e il 22 maggio scorso, due stranieri di 23 e 27 anni, sono stati individuati attraverso i filmati delle telecamere. Il primo è stato portato in via Burla, il complice era già lì

Sono stati inchiodati dagli abiti che indossavano il giorno dei colpi in due farmacie di Parma. Un 23enne russo, S.D.A., e un marocchino di 27 anni, S.E., hanno rapinato una farmacia nella centralissima via Farini di Parma il 14 maggio scorso e la farmacia Comunale di viale dei Mille (per ben due volte) il 15 e il 22 maggio.

Uno dei due indossava gli stessi abiti utilizzati per il primo colpo che furono ripresi dalle telecamere del circuito di sorveglianza interna della prima farmacia rapinata. I colpi furono messi a segno minacciando i titolari delle farmacie e facendo loro credere che i due fossero armati di pistola (in realtà mai mostrata per lungo tempo e questo ha indotto gli inquirenti a credere che si trattasse di una scacciacani).

Gli uomini della sezione rapine della squadra mobile hanno ipotizzato fin dal principio che i colpi potessero essere stati organizzati in fretta e furia da persone con problemi di droga. Seguendo questa pista e utilizzando le immagini realizzate dai circuiti di sicurezza sono riusciti a isolare il ragazzo di origini russe e a individuarlo. Dopo la perquisizione nella sua abitazione le forze di polizia hanno trovato la conferma: gli abiti usati in uno dei colpi. L'indiziato ha ammesso la propria responsabilità e ha consentito l'individuazione del complice.

Il russo è stato portato in via Burla, il complice è stato raggiunto dal provvedimento in carcere dove si trovava per un'altra rapina compiuta a Sala Baganza e per una lunga serie di precedenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento