Arrestato il pusher del Pablo: cocaina, eroina e 1000 euro nella Bibbia

Il nigeriano di 28 anni era stato arrestato il primo luglio ma poi fu rimesso in libertà

Non gli è bastato l’arresto. Ci è ricascato il nigeriano di 28 anni domiciliato in via Vincenzi. La sua zona di spaccio, a ridosso dell’Oltretorrente, era quella di piazzale Pablo, quartiere pop simbolo della Parma multiculturale. Il pusher del Pablo non è nuovo ai carabinieri di Parma. Il primo luglio era stato arrestato per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Al controllo degli uomini in divisa aveva reagito con violenza rifiutandosi di farsi controllare. Dopo qualche difficoltà, i carabinieri sono riusciti a bloccarlo. Droga addosso, altra droga a casa: c’erano 16 grammi di cocaina e qualche grammo di eroina. Tutta pronta per essere spacciata.

In quell’occasione aveva patteggiato un anno di reclusione ma il giudice aveva scelto di lasciarlo libero. E qualche giorno fa è stato sorpreso a spacciare 3 grammi di eroina in cambio di 50 euro per un cliente parmigiano. Anche questa volta ha reagito male: alla richiesta di controlli da parte dei carabinieri, il pusher nigeriano ha rifilato spinte e gomitate ai militari. Uno di questi ha riportato contusioni non gravi. In tasca aveva 435 presumibile provento dell’attività di spaccio, mentre a casa ne conservava 1000 nascosti nella Bibbia. Il processo è stato rinviato, ma per il nigeriano è scattato il divieto di dimora in città e provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento