Sgominata banda di ladri di acciaio: 4 arresti. Rubate 137 tonnellate di rotaie

Nel primo pomeriggio del 23 dicembre la collaborazione tra la Polmare di La Spezia e la Squadra Mobile di Parma ha permesso di sgominare una banda di italiani che rubavano rotaie per un valore di 68 mila euro

Era tutto preparato per dare l'impressione che fosse un'operazione regolare. Tre camion e un grosso caricatore ferroviario al lavoro in un'area di deposito, il personale con le tipiche pettorine arancioni con il nome di una ditta, grandi manovre per caricare tantissimo materiale sui grossi Tir. Invece si trattava di uno dei più grossi furti di metallo, in questo caso di rotaie ferroviarie, realizzati negli ultimi anni. La Squadra Mobile di Parma, insieme agli investigatori dello Scalo Marittimo di La Spezia, sono riusciti, dopo un attento lavoro di indagine, a bloccare l'attività criminale, cogliendo in flagranza di reato alcune persone ed assicurandole così alla giustizia.

La quantità di materiale sequestrato è di quelle che contano: 137 tonnellata di rotaie -equivalenti a circa 420 rotaie- destinate alla fusione che avrebbero fruttato circa 68 mila euro. Nello stesso deposito erano già state trafugate altre rotaie, circa 800, per un valore di 130 mila euro ma ora non sono più rintracciabili perchè probabilmente sono stati già fusi o caricati sui camion e una volta lì è difficile dimostrarne la provenienza. Dopo un'attività di monitoraggio di un Tir condotto da un soggetto sospetto che si muoveva da La Spezia a Parma nel primo pomeriggio del 23 dicembre glig inquirenti hanno deciso di seguirlo e sono arrivati fino ad un'area di deposito in località Chiozzola, a cui si giunge percorrendo via Mantova. 

Davanti agli occhi degli agenti un gran fermento: tre tir intenti a caricare materiale e una caricatore ferroviario giallo, utilizzato solitamente per questo tipo di attività. Al limite del varco che era stato praticato nell'area di deposito stazionavano due persone con la giacca arancione, quella degli addetti ai lavori. Gli agenti hanno osservato la scena da lontano, usando i binocoli e poi hanno deciso di intervenire.

Nel momento in cui i camion stavano uscendo carichi di materiale gli agenti hanno bloccato tutte le persone presenti: dopo un fuggi fuggi generale- e gli agenti hanno anche sparato colpi di pistola di avvertimento- sono state bloccate e tratte in arresto 4 persone per furto aggravato e ricettazione. Due avevano le pettorine e le ricetrasmittenti, altri due invece che stavano manovrando i camion. Si tratta di S. G di 29 anni, B.A di 38 anni, S.C di 45 anni, e S.I di 61 anni, il più anziano della banda. Tutte le persone arrestate sono originarie di Massa e di Orvieto. Le altre sette persone presenti sono state indagate a piede libero per lo stesso reato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento