Fidenza: arrestati 'topi d'appartamento' dopo inseguimento a folle velocità

Compivano sopralluoghi osservando dall'auto le finestre delle abitazioni che intendevano svaligiare. Fermati a seguito di un inseguimento dalla Mobile di Parma con l'ausilio della Questura di Bologna

Conferenza stampa Squadra Mobile

Speravano di non farsi notare nel compiere sopralluoghi passando in auto a bassa velocità per osservare le abitazioni e guardare dentro le finestre delle abitazioni dove poi effettuare furti. Ma i loro comportamenti sospetti sono stati notati dalla Squadra Mobile di Parma che, al culmine di un'operazione portata a termine anche grazie all'ausilio di un equipaggio della Questura di Bologna, ha portato a due arresti per rapina impropria.

Si tratta di due uomini di origine georgiana, Mindiashvili Ravazi, classe 1974, e Komorov Sasha, classe 1977, clandestini e senza fissa dimora. Il primo è stato notato a bordo di una Mini gialla lungo l'A1 in direzione Fidenza, nel corso di un servizio di controllo della Mobile di Parma, alla presenza occasionale di un equipaggio della Questura di Bologna che ha fornito un ausilio significativo all'operazione. L'uomo si aggirava in auto per le vie del centro a passo d'uomo, guardando insistentemente all'interno delle abitazioni. Iniziato il pedinamento, l'individuo sospetto è stato notato spostarsi verso Salsomaggiore, con a bordo un complice, per compiere sopralluoghi con le stesse modalità. Dopo essersi introdotti in un condominio, uno dei due ha cercato di allontanarsi a piedi, poi fermato e trovato in possesso di un cacciavite, mentre l'altro raggiungeva l'auto per fuggire.

Ne è nato un inseguimento a folle velocità che si è protratto per vari chilometri e che ha reso pericoloso il transito anche per gli altri automobilisti, arrivato al culmine con il tamponamento di un'altra auto da parte del conducente della Mini gialla, all'altezza della rotonda della via provinciale con via Trieste a Fidenza. Trasportato all'ospedale di Vaio, il conducente della Mini è stato medicato e dimesso con una prognosi di 7 giorni. Nessuna lesione grave neanche per la vittima, la cui auto ha però subito numerosi danni. Nel corso dell'inseguimento il conducente è stato notato gettare dal finestrino dell'auto un involucro, probabilmente contenente altri preziosi frutto di furto, ma le perlustrazioni successive non hanno dato esito, per la difficoltà a individuare il pacchetto di piccole dimensioni. Un cacciavite e alcuni preziosi sono stati rinvenuti nell'auto dei due "topi d'appartamento",  risultati essere il bottino del furto nell'appartamento di Salsomaggiore da cui erano stati notati uscire. L'abitazione al momento dell'irruzione dei ladri era vuota perchè il proprietario era in ferie. Dalla descrizione fornita, è risultata una perfetta corrispondenza della merce rubata, tra cui una fede con all'interno relative incisioni.  I due ora si trovano nel carcere di via Burla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento