Era ai domiciliari ma continuava a spacciare: donna di 32 anni in manette

Ha deciso di continuare l'attività nonostante i domiciliari: il marito, con il quale aveva spacciato fino a quel momento, è in carcere dal 3 aprile perchè aveva cercato di investire un Carabiniere

Aveva continuato l'attività di spaccio di sostanze stupefacenti anche dopo che era stata messa agli arresti domiciliari, proprio per spaccio. Il marito, invece, si trova in carcere dal 3 aprile 2017 con la pesante accusa di tentato omicidio, poichè aveva tentato di investire un Carabiniere ad un posto di blocco. La donna è una nigeriana di 32 anni, arrestata il 3 aprile insieme al compagno, per un'attività di spaccio continuativa: i militari infatti avevano verificato almeno 400 cessioni da parte della coppia che si muoveva nella zona di barriera Bixio, rifornendo clienti e pusher, per un giro d'affari di 18 mila euro. La donna aveva continuato l'attività anche da sola: i Carabinieri, dopo aver osservato alcuni movimenti sospetti della donna in viale Caprera, l'hanno colta in flagrante mentre cedeva la droga ad alcuni clienti e l'hanno arrestata. Ora si trova nel carcere di Modena. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: a Parma 21 nuovi casi e 2 morti

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

Torna su
ParmaToday è in caricamento