Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Via Burla, arrestato anche il secondo albanese evaso

La notizia dell'arresto di Toma è stata comunicata dalla Direzione centrale per i servizi antidroga del ministero degli Interni. Il Capo del Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria, Giovanni Tamburino esprime a nome del Dipartimento "soddisfazione per l'esito delle ricerche che hanno assicurato alla giustizia il pericoloso latitante"

Il Capo del Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria, Giovanni Tamburino esprime a nome del Dipartimento "soddisfazione per l'esito delle ricerche che hanno assicurato alla giustizia il pericoloso latitante Taulant Toma, di nazionalità albanese, 29 anni, condannato per rapina a mano armata ed evasione, evaso dal carcere di Parma lo scorso mese di febbraio insieme all'ergastolano Valentin Frrokaj, già catturato ad agosto di quest'anno a Vignate, nel milanese". La notizia dell'arresto di Toma è stata comunicata dalla Direzione centrale per i servizi antidroga del ministero degli Interni.

Il Nucleo Centrale Investigativo della Polizia Penitenziaria e il Reparto di Polizia penitenziaria di Parma, unitamente alla Squadra Mobile di Parma, in questi mesi ha collaborato alle indagini con ingente dispiegamento di forze, consentendo di rintracciare l'evaso e di trarlo in arresto lo scorso 11 settembre, in esecuzione del mandato di cattura europeo emesso dalle autorità italiane. Ora Toma è detenuto a Liegi (Belgio), in procinto di essere estradato in Italia dove deve espiare la pena definitiva. "Al Nic - dichiara Tamburino - ancora una volta va il merito di aver messo in campo le forze migliori per contribuire al felice esito dell'operazione". Toma era stato condannato per una precedente evasione dal carcere di Terni il 9 ottobre 2009, il 22 dicembre era stato catturato dagli uomini del NIC in collaborazione con gli uomini del Commissariato Venezia-Garibaldi di Milano, in un residence di Casarile (PV). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Burla, arrestato anche il secondo albanese evaso

ParmaToday è in caricamento