Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Condannata in Ucraina scappa a Parma: badante in manette

Dal 2003 ha trovato lavoro come badante a Parma sfuggendo per molto tempo alla condanna per abuso di potere e falso in materia fiscale, ma quando ha presentato la domanda per il rinnovo del permesso di soggiorno un'incongruenza nel suo cognome l'ha incastrata

In Ucraina avrebbe dovuto scontare 5 anni di carcere per evasione fiscale così è scappata. Dal 2003 ha trovato lavoro come badante a Parma sfuggendo per molto tempo alla condanna, ma quando ha presentato la domanda per il rinnovo del permesso di soggiorno un'incongruenza nel suo cognome ha permesso agli uomini della Squadra Mobile di fare ulteriori indagini che hanno portato al riconoscimento e poi all'arresto della donna, una 63enne ucraina.

H.Z. - queste le iniziali della donna - nel 1996 ha lavorato in Ucraina come capo contabile di una società e nello stesso anno ha presentato falsa documentazione al Dipartimento delle Entrate per evadere le imposte dovute. Le Autorità del posto hanno subito denunciato la 63enne che però, nel frattempo, ha fatto perdere le sue tracce e da quel momento per lei è partito il mandato di cattura internazionale.

Dal 2003, dopo essersi trasferita a Parma, ha iniziato a lavorare come badante e fino allo scorso mercoledì ha vissuto in libertà ma è bastato il rinnovo del permesso di soggiorno per mettere fine alla sua latitanza: sui documenti presentati, infatti, la donna aveva scritto il suo cognome con una iniziale diversa da quella originale. Così nel corso degli accertamenti di rito, il personale dell'Ufficio immigrazione, ha potuto verificare che l'impronta della 63enne corrispondeva a quella della ricercata per cui risultava evidente che si trattasse della stessa persona.
Lo scorso mercoledì H.Z. è stata arrestata per abuso di potere e falso in materia fiscale e condotta nel carcere di Modena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannata in Ucraina scappa a Parma: badante in manette

ParmaToday è in caricamento