Vendevano marijuana ai 15enni in Pilotta: arrestati 3 giovani nigeriani

Tre pusher nigeriani poco più che ventenni sono stati arrestati dai carabinieri in Pilotta: mentre vendevano 7 grammi di marijuana a due studenti stranieri. Arrestato per spaccio anche un tunisino nel parco del Naviglio

Attiravano papabili compratori facendo gioco di squadra. Due giorni di operazioni antispaccio per i Carabinieri di Parma. I militari infatti sono stati impegnati in una serie di controlli ad ampio raggio nei punti più nevralgici della città. A finire in manette, O. E. classe 86, A. M. classe 89 e E. I. classe 90. Tre giovani nigeriani tutti con precedenti penali legati allo spaccio e al possesso di droga.

I tre pusher sono stati fermati nel primo pomeriggio di ieri sotto i portici della Pilotta mentre vendevano 7 grammi di marijuana a due minorenni stranieri: entrambi classe 98, il primo con passaporto americano, il secondo portoghese. I tre pusher, tutti senza fissa dimora, agivano secondo uno schema ben preciso. Uno aveva il compito di trovare i clienti, il secondo vendeva la droga mentre il terzo ritirava i soldi. Uno schema studiato a tavolino in quanto permetteva a ognuno di loro di rimanere "pulito" qualora fosse stato fermato dalle forze dell'ordine.

Purtroppo per loro i carabinieri di Parma insieme con gli uomini dell'esercito sono riusciti a fermare i tre proprio nel momento dello scambio. Uno di loro è stato trovato con addosso una certa quantità di denaro tra cui 27 euro ovvero il ricavo della vendita. Al momento i tre si trovano in carcere. Per loro infatti non è previsto nessun processo per direttissima in quanto pesa l'aggravante della vendita di stupefacenti a minorenni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'operazione antispaccio ha portato dietro le sbarre anche un altro pusher.  B. K. un tunisino classe 71 infatti è stato fermato lunedì scorso mentre spacciava stupefacenti nella zona del parco Naviglio. Alla vista dei militari l'acquirente è riuscito a scappare facendo cadere però il corpo del reato ovvero un grammo di marijuana. Nell'appartamento del tunisino, domiciliato a Parma sono stati trovati 18 grammi di marijuana, un cellulare e 105 euro. Il processo per direttissima ha confermato la condanna a un anno di custodia cautelare presso il carcere di via Burla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento