menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenza sessuale su una 13enne alla fermata del bus: in manette pedofilo 35enne

Era andata a scuola come ogni mattina ma nel pomeriggio dell'11 marzo una 13enne di Parma ha vissuto un'incubo, purtroppo reale, ma è stata in grado di raccontare tutto ai genitori. Così l'uomo che ha abusato di lei ora si trova dietro le sbarre di un carcere

Era andata a scuola come ogni mattina ma nel pomeriggio dell'11 marzo una 13enne di Parma ha vissuto un'incubo, purtroppo reale, ma è stata in grado di raccontare tutto ai genitori. Così l'uomo che ha abusato di lei ora si trova dietro le sbarre di un carcere con accuse pesanti. Tredici anni, ancora una bambina, ogni giorno frequenta la terza media di una scuola cittadina, poi prende l'autobus e fa ritorno a casa. Ma quel pomeriggio un uomo, un ingegnere 35enne di nazionalità italiana, che ha frequentato l'Università a Parma, l'ha seguita dalla scuola fino alla fermata dall'autobus. Quando è scesa il 35enne, usando la scusa di aver perso le chiavi della macchina, ha costretto la bambina a subire atti sessuali. L'ha sollevata per il bacino, le ha palpeggiato i glutei e le ha chiesto di abbassare i pantaloni. Poi lei è scappata a casa e ha raccontato tutto ai genitori. La sorella ha assistito a una parte della scena. La madre si è presentata in Questura per denunciare l'accaduto: i poliziotti si sono appostati in zona e dopo sole 24 ore hanno sorpreso un uomo - poi riconosciuto dalla 13enne e dalla sorella- seguire la bambina, cercando poi di afferrarla. In quel momento il 35enne è stato fermato ed arrestato. Il 35enne L.A., era già stato condannato anni fa per episodi analoghi ai danni di almeno dieci bambini, tra Parma e provincia. 

IMG_3904-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento