menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In manette il pusher-punk dell'Oltretorrente: 'market' della droga nella casa di via d'Azeglio

Marijuana, hashish, Mdma, oppio, Lsd e chetamina. Scelte per tutti i gusti: questo è quello che gli agenti della Mobile hanno trovato in casa del 30enne parmigiano condannato oggi per direttissima a 2 anni e 8 mesi

In casa aveva un vero e proprio supermercato della droga con cui riforniva l'Oltretorrente e, in particolare, via D'Azeglio: 3 etti di marijuana, 50 grammi di hashish, 1 grammo di mdma, 5 grammi di oppio, qualche pasticca di Lsd e chetamina. Questo è quello che gli agenti della Squadra Mobile hanno trovato in casa di Francesco Santoro, parmigiano di 30 anni, arrestato ieri e condannato oggi per direttissima a 2 anni e 8 mesi per detenzione e spaccio di sostanze supefacenti.

Il 30enne residente in via D'Azeglio era stato già segnalato più volte alle forze dell'ordine che, oltre ai consueti controlli del mercoledì e del venerdì nel corso della movida, hanno tenuto d'occhio il ragazzo attraverso un'attività investigativa che, come hanno sottolineato gli stessi agenti, non sempre viene percepita. Infatti, in borghese, e mischiati tra la gente hanno potuto constatare che Santoro riforniva a 360 gradi la sua clientela e quando sono entrati nella sua abitazione, dove sono stati accolti anche da tre cani di grossa taglia, hanno trovato un variegato assortimento di droghe e 550 euro in contanti.

Il giovane, definito dagli agenti un "punk", nullatenente e con precedenti per invasione e danneggiamento di edifici, è stato processato questa mattina e portato in via Burla.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

L'11 Maggio passa il Giro

Salute

Che cos'è e come combattere la ritenzione idrica

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento