menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza stamoa del 4 febbraio - foto: F.Mastracci/Parmatoday.it

La conferenza stamoa del 4 febbraio - foto: F.Mastracci/Parmatoday.it

Arrestato rapinatore seriale: aggrediva prostitute con un coltello da cucina

L'uomo M.S., 33 anni, di origine senegalese, é stato arrestato da carabinieri che ritengono abbia compiuto almeno 9 rapine tra Parma e Reggio Emilia da novembre a fine dicembre

Rapinava prostitute, armato di coltello da cucina con una lama di 22 centimetri, M. S., cittadino senegalese di 33 anni residente a Colorno, é stato arrestato ed é ora detenuto presso il carcere di Parma. L'uomo ha compiuto almeno 9 rapine accertate, 7 a Parma e 2 a Reggio Emilia in due mesi. Il modus operandi era sempre lo stesso: avvicinava le donne a bordo della sua utilitaria di colore grigio, dopo aver pattuito una prestazione sessuale, e poi le minacciava con il coltello per farsi consegnare denaro e beni. A fine dicembre, dopo aver ricevuto alcune denunce, i carabinieri di Parma hanno iniziato una serie di appostamenti, in divisa e in borghese per catturare il rapinatore. L'uomo si è fatto vivo la sera del 31 dicembre in zona San Pancrazio, sulla via Emilia e a bordo della sua Pegeut 206 stava avvicinando una prostituta. Alla vista dei carabinieri ha cercato di allontanarsi, ma é stato comunque fermato e perquisito. A bordo della macchina i militari hanno rinvenuto il coltello, più una tessera appartenente a una donna rapinata, che ha riconosciuto in seguito il suo aggressore. Nel corso della perquisizione domiciliare inoltre i carabinieri hanno scoperto 30 cellulari già ripuliti dalla memoria e dalla rubrica e pronti per essere rivenduti. Nell'appartamento del trentatreenne i militari hanno anche trovato oggetti rubati in altre rapine. L'uomo ha agito probabilmente tra novembre e dicembre tra via Emilia Ovest e via Emilia Est. Sebbene fosse  un operaio stagionale i carabinieri ritengono che avesse trovato nelle rapine alle prostitute una fonte facile di guadagno. Rapinava principalmente donne dell'est europeo, una sola italiana tra le vittime accertate, tutte di corporatura piccola, in modo che non gi si potessero opporre. I carabinieri riferiscono che M. S. aveva una modalità molto aggressiva e violenta nei confronti delle vittime, una di loro ha riportato alcune lesioni non gravi, ed esprimono soddisfazione per aver assicurato alla giustizia l'uomo prima che commettesse aggressioni più efferate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento