Immigrazione, la protesta di Casa Pound: 'Asili, prima gli italiani'

Pier Paolo Mora: "A Parma, come d'altra parte nel resto d' Italia, ci troviamo nella situazione paradossale in cui negli asili pubblici la stragrande maggioranza dei bambini sono figli di extracomunitari"

"Asili: prima i bambini italiani": questo lo striscione a firma CasaPound Italia affisso nella notte a Parma per propagandare l'avvio di una raccolta firme per la presentazione di una proposta di delibera di iniziativa popolare in Comune, che dia priorità ai bambini italiani nelle graduatorie per i nidi comunali.

"Dopo la proposta di modifica alla delibera di assegnazione delle case popolari, per la quale abbiamo già raccolto centinaia di firme, stiamo lavorando a una proposta analoga sulle ammissioni agli asili, sulla base anche delle segnalazioni delle tante mamme in difficoltà che si sono rivolte alla nostra associazione chiedendo aiuto" afferma Pier Paolo Mora, responsabile provinciale di CasaPound Italia.
  
"A Parma, come d' altra parte nel resto d' Italia, ci troviamo nella situazione paradossale in cui negli asili pubblici la stragrande maggioranza dei bambini sono figli di extracomunitari -continua Mora- mentre le madri italiane sono costrette a rivolgersi a nidi privati, aumentando a dismisura le spese di famiglia, o ad arrangiarsi come possono tenendo il bambino a casa, poiché i loro figli non ottengono un punteggio sufficiente nella graduatoria di ammissione alle strutture pubbliche".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Anche su questo fronte - conclude Mora - continua la nostra battaglia a difesa dei diritti degli Italiani, che ogni giorno vengono subordinati a quelli di chiunque altro, da uno Stato e delle amministrazioni che si ricordano di loro solo quando devono aprire il portafoglio per rimpinguare le casse comunali o sostenere le assurde imposizioni di questa pseudo Europa"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento