menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asp Ad Personam, i nuovi progetti presentati a tutti i dipendenti

Fusione fra Parma e Colorno. Integrazione servizi sociali e sanitari. Nuove strutture per anziani. Re-internalizzazione della residenza I Lecci. Concorso per Oss entro fine anno

“Assistiamo gli anziani di Parma dal 1450, una cosa di cui andare molto fieri. Siamo una realtà che ha lasciato davvero il segno nella nostra città. Per proseguire in questo impegno, Asp Ad Personam ha avviato una serie di progetti di rinnovamento, che adegueranno i servizi alle nuove esigenze della popolazione, per mantenere alta la loro qualità”. Con queste parole, l'amministratore unico di Ad Personam Marco Giorgi ha presentato ai dipendenti dell'azienda del Comune di Parma le linee del Piano programmatico 2015-2017, che verrà approvato nei prossimi giorni. Il Piano è stato al centro della Seconda conferenza di organizzazione dell'Asp Ad Personam, che si è svolta nel fine settimana presso la Sala Righi di via Taro, alla presenza di duecento persone.

I due elementi centrali del Piano programmatico di Ad Personam sono la costruzione di nuove strutture residenziali per gli anziani e l'unione delle Asp di Parma e di Colorno. Il programma prevede la ricostruzione delle Tamerici a Villa Parma, con l'apertura del parco di piazzale Fiume a tutta la città per integrare generazioni diverse, e il recupero del Romanini Stuard, operazione che aiuterà a riqualificare l'intero quartiere Oltretorrente. Da fine anno, inoltre, l'azienda pubblica ha intenzione di recuperare la gestione diretta della residenza i Lecci, attualmente affidata ad una cooperativa.
Questa operazione e l'unione con Colorno faranno di Ad Personam una realtà da 513 posti, dei quali 421 residenziali, con un'attività del valore di 15,3 milioni di euro nel 2015, come spiegato dalla direttrice amministrativa di Asp Anna Mambrioni.

Asp è impegnata anche a valorizzare il proprio patrimonio immobiliare ed ha avviato un rinnovamento dell'organizzazione interna dell'azienda. In questi giorni sono state completate le assunzioni di infermieri e fisioterapisti ed entro l'anno verrà bandito un concorso per assumere nuovi Oss. “Il 2015 sarà l'anno dell'integrazione fra attività sociali e sanitarie – assicura la direttrice generale Stefania Miodini, direttore generale di Ad Personam –. All'interno delle residenze per anziani nasceranno equipe di figure diverse che sapranno rispondere a tutti i bisogni degli ospiti. Vorremmo poi aprirci al massimo al territorio, avvicinando anziani e giovani, attraverso collaborazioni con le scuole per attività di volontariato”. “Il motore dell'Asp sono i suoi lavoratori. Riusciremo a realizzare tutti i progetti avviati se riusciremo ad essere uniti, come siamo stati nell'ottobre scorso quando Villa Parma è stata alluvionata”, commenta ancora Marco Giorgi.

“Per rispondere ai bisogni degli anziani, è oggi necessario avviare servizi nuovi. Dovremo impegnarci nella prevenzione, sviluppare una maggior flessibilità e appoggiare la domiciliarità”, aggiunge Sauro Avanzi, direttore dell'area socio assistenziale di Ad Personam. Fra le novità annunciate nel corso della Conferenza di organizzazione, è anche una giornata di festa per ringraziare i molti che dopo l’alluvione del Baganza dell’autunno scorso hanno aiutato le residenze per gli anziani di piazzale Fiume ad uscire dal fango, festa che si terrà a maggio presso Villa Parma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento