Asp Fidenza, lettera di 62 soci della Proges: "I sindacati di base non ci rappresentano"

Dopo l'incontro pubblico promosso dall'Usb con i lavoratori dell'Asp 62 soci della cooperativa sociale Proges hanno scritto una lettera dove prendono le distanze dai contenuti dell'incontro

Asp di Fidenza. Dopo l'incontro pubblico promosso dall'Usb con i lavoratori dell'Asp 62 soci della cooperativa sociale Proges hanno scritto una lettera dove prendono le distanze dai contenuti dell'incontro: "Questi sindacati di base non ci rappresentano in alcun modo". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA LETTERA DEI 62 SOCI. "Leggiamo, in occasione dell’ennesimo incontro pubblico, di organizzazioni sindacali, di partiti, di movimenti civici e di associazioni che ancora una volta, in merito al tema dell'accreditamento di Asp Fidenza, vorrebbero farsi interpreti del “bene” e della volontà di noi cooperatori. Il tutto con notevole demagogia e scarsa considerazione di tutti noi che sappiamo benissimo che un concorso pubblico, anche se pensato e progettato con adeguati paletti e riconoscimenti delle esperienze accumulate, non potrà MAI garantire il posto di lavoro. Vogliamo precisare che ci siamo sempre sentiti liberi di scegliere se continuare a lavorare per la cooperativa o tentare, attraverso i concorsi che comunque sono usciti in questi anni anche a Fidenza!, di passare alle dipendenze del pubblico impiego. Ci teniamo a continuare a lavorare nella nostra cooperativa di cui siamo soci e di cui soprattutto ci sentiamo soci.  Proprio per questa libertà, che sempre ci è stata concessa e riconosciuta, non biasimiamo chi tra i nostri colleghi cooperatori ha fatto o farà scelte differenti. Teniamo a precisare quindi che questi sindacati di base non ci rappresentano in alcun modo. Li invitiamo, pertanto, a non utilizzarci per ottenere visibilità sui giornali e nella loro battaglia contro i sindacati confederali per strappare loro iscritti. Quando noi cooperatori decideremo di far difendere i nostri interessi da questi sindacati di base ci iscriveremo ad essi. Fino ad allora li invitiamo a rappresentare solo chi a loro si rivolge e li ammoniamo dal farsi interpreti in modo autonomo e fuorviante delle intenzioni di noi soci della Coop. Pro.Ges. Anche perché crediamo che la loro approssimazione non solo non difenda il nostro posto di lavoro ma lo metta seriamente a rischio. E di questi tempi di tutto abbiamo bisogno ma non di personaggi interessati che ci strumentalizzano. Seguono 62 firme dei lavoratori di Cooperativa Pro.Ges. operanti nei servizi di Distretto Fidenza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento