menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Asp, Romanini. Pizzarotti: "Prima dei conti, i diritti degli ospiti"

Il sindaco Federico Pizzarotti chiarisce le intenzioni dell'amministrazione comunale. "Prima si cura il malato poi ci si concentra sulle cause della malattia". Prima il risanamento, poi le azioni di responsabilità

Asp. Vendita del complesso Stuard-Romanini e risanamento del bilancio in rosso. Dopo le polemiche, la lettera dei famigliari degli ospiti del Romanini all'assessore Rossi e l'interrogazione del consigliere del Pd Scarpino il sindaco Federico Pizzarotti chiarisce le intenzioni dell'amministrazione comunale. "Prima si cura il malato poi ci si concentra sulle cause della malattia". Quindi, prima risanare la situazione debitoria e poi avviare le azioni di responsabilità.

“La politica dell’Asp attuata dalle passate amministrazioni -dichiara Federico Pizzarotti- è stata male indirizzata sia dal punto di vista amministrativo che da quello finanziario. E’ sotto gli occhi di tutti la difficile situazione debitoria: per l’anno 2012, infatti, abbiamo previsto un rosso da 2 milioni di euro. Sono inoltre in scadenza tutti i contratti di affidamento esterni dei servizi diurni ed è necessario attivare le procedure di accreditamento nel rispetto delle normative vigenti.

"PRIMA SI CURA IL MALATO'. A fronte della situazione emergenziale servono perciò risposte immediate. Le azioni di responsabilità verranno di conseguenza: prima si cura il malato e lo si porta in salvo, poi ci si concentra sulle cause della malattia. Noi le emergenze le affrontiamo così. Entrando nello specifico, la delibera di indirizzo approvata in Consiglio Comunale lo scorso ottobre servirà per risanare la situazione finanziaria e, successivamente, per riportare il sistema dei servizi al suo punto di partenza".


'PATRIMONIO VETUSTO'. "Non solo: il patrimonio immobiliare dell’Asp è da rivalutare perché vetusto, per questo abbiamo deciso di reinvestire nella costruzione di due nuove strutture, maggiormente funzionali per le famiglie. Intendiamo infine rassicurare tutti gli ospiti del complesso Romanini. Abbiamo a cura la loro salute, e prima di qualsiasi conto in rosso da risanare è nella nostra agenda la salvaguardia dei loro diritti. Questa è la nostra ricetta. Se chi critica con puro spirito strumentale il progetto di risanamento ha, al contrario, qualche proposta concreta, noi siamo qui, pronti a valutarla. Finora, però, sono piovute solo polemiche di natura evidentemente politica, ma nessun suggerimento”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento