Cronaca

Assalto al Conad di via Giovenale, pistola puntata contro la cassiera: arrestati due fratelli

Fermati dai poliziotti della Squadra Mobile meno di 40 minuti dopo il colpo: in carcere un 31enne e un 41enne

È entrato all'interno del supermercato Conad ad ora di pranzo, ha puntato la pistola contro le cassiere e si è fatto consegnare i soldi. Poi è salito a bordo dell'auto del suo complice, il fratello, ed è scappato.

Ma in pochi minuti i due, che nel frattempo erano tornati nella loro abitazione di Vicofertile, sono stati bloccati dai poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Parma che hanno seguito le loro mosse passo per passo. I soldi della rapina erano stati nascosti in auto e nell'abitazione dei due fratelli, di origine napoletana, che vivono da anni a Parma.

Rapina a mano armata nella giornata di ieri, venerdì 11 giugno, in via Giovenale. I rapinatori, che hanno rubato circa 600 euro, sono stati arrestati dai poliziotti della Squadra Mobile dopo meno di 40 minuti. Gli autori della rapina sono due fratelli italiani di 31 e 41 anni, con precedenti penali per reati contro il patrimonio e conosciuti come consumatori di sostanze stupefacenti.

Uno dei due è entrato verso le ore 13: aveva una felpa e la mascherina per cercare di nascondersi. Ad un certo punto ha estratto la pistola, una riproduzione fedele di una Beretta, priva del tappo rosso,  e l'ha puntata prima contro una cassiera e poi contro una seconda lavoratrice, facendosi consegnare i soldi: circa 600 euro. Dopo il colpo è uscito ed è scappato a bordo dell'auto guidata dal fratello. Il titolare è riuscito a prendere il targa: gli accertamenti hanno confermato che l'auto era stata rubata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto al Conad di via Giovenale, pistola puntata contro la cassiera: arrestati due fratelli

ParmaToday è in caricamento