menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il rapinatore spara con il fucile appena entrato

Il rapinatore spara con il fucile appena entrato

"Ero terrorizzato: il bandito è entrato ed ha sparato, poi ha puntato il fucile al petto di mio padre"

La testimonianza del figlio 19enne del titolare della sala slot Wincity di San Prospero: la notte del 23 marzo un rapinatore è entrato dalla porta a vetri e ha fatto partire un fucilata: "E' durato tutto meno di cinque minuti"

Assalto con fucilata alla sala slot Wincity di San Prospero, all'interno del Centro commeciale 'La Vela'. Era mezzanotte e 45 e la sala era vuota: non c'era più nessun cliente e il titolare ha deciso di iniziare le operazioni di chiusura. Proprio in quel momento è entrato un bandito armato di fucile ed ha iniziato a sparare. Il figlio 19enne del titolare, presente al momento della rapina, era terorrizzato e ancora oggi, mentre ce lo racconta, porta i segni della paura che ha vissuto. 

"E' successo a mezzanotte e 44 del 23 marzo. Il bandito è entrato e subito ha sparato ed ha preso la zona che vedi danneggiata vicino al soffitto. Ha sparato in alto, solo un colpo, poi si è portato verso il bancone, dove mio padre si era spostato per prendere qualcosa da bere, e lo ha minacciato puntandogli la canna del fucile al petto: io ho avuto molto paura. In quel momento ero terrorizzato e ancora oggi, se ci ripenso, rivivo la stessa situazione". 

Il giovane, che si trovava in quel momento nella stanza sul retro dove è presente una cassaforte, che conteneva altri soldi oltre a quelli presenti nelle casse dei computer collegati alle slot, ad un certo punto si è chiuso dentro. "Ha minacciato mio padre e ha preteso la consegna dei soldi, si è spostato dall'altra parte del bancone e ha iniziato a guardare dentro le casse: ha preso tutti i soldi, circa 20 mila euro. Non ne aveva abbastanza ed ha cercato di entrare anche nella sala dove mi trovano io: avevo chuso la porta, mi ero barricato dentro. Ho sentito i colpi sulla porta e avevo paura che facessero del male a mio padre: così ho aperto e il bandito ha svuotato anche la cassaforte, dove c'erano altri soldi". 

Dopo la rapina che, secondo la ricostruzione del giovane, è durata al massimo cinque minuti, il bandito si è allontanata a bordo di un'auto, guidata da un complice: "Poco dopo essere uscito è scappato verso l'auto e ha perso anche alcune banconote lungo la strada. Abbiamo chiamato la polizia, che è arrivata anche con la Scientifica: hanno lavorato all'interno del locale per cercare possibile tracce e impronte. La scena è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza della sala slot". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento