"Ci siamo svegliati e stava bruciando tutto"

Gli abitanti della Casa Cantoniera, attaccata con una bottiglia incendiaria, che ha provocato l'incendio della legnaia: "Ci ha avvertito un passante, altrimenti non immaginiamo cosa sarebbe potuto succedere" E' il terzo attacco a matrice razzista in città

Alle otto di mattina di domenica 14 agosto in via Mantova gli abitanti della Casa Cantoniera Autogestita, uno spazio regolarmente assegnato ad un'associazione, destinata a scopo abitativo dalla Provincia di Parma, tramite un contratto di comodato d'uso gratuito, recentemente rinnovato, sono stati svegliati da una fiammata. Era quella provocata dal lancio di una bottiglia che conteneva liquido infiammabile, tipo benzina, all'interno del cortile della struttura, dove tra l'altro ogni settimana si svolge un mercato di produttori biologici frequentato da diverse persone.

La legna che si trovava in quel punto ha preso fuoco e, come si può vedere dalle foto scattate subito dopo l'incendio, anche la vegetazione presente è stata coinvolta nell'incendio che si stava sviluppando e che probabilmente si sarebbe potuto estendere ad altre zone del cortile, che si trova davanti alle abitazioni. La Scientifica ha effettuato i rilievi e le indagini sono in corso per cercare di risalire ai responsabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Noi abbiamo visto l'incendio e ci siamo precipitati in zona, lo abbiamo spento. Un persona che stava passando se ne è accorta e ci ha svegliato: non posso immaginare cosa sarebbe potuto succedere se l'incendio si fosse sviluppato ulterioremente" ci racconta uno degli abitanti. Nella giornata di oggi, 16 agosto, gli abitanti hanno presentato denuncia in Questura in merito a quanto accaduto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "C'è una festa clandestina" e chiamano i carabinieri: era un giovane che giocava alla playstation

  • Va in auto in un supermercato di San Polo d'Enza per fare avance ad una cassiera: parmigiano denunciato

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: dopo Piacenza nuove restrizioni in arrivo anche a Parma

  • Coronavirus, chiusura totale delle attività produttive: aperti supermercati e farmacie

  • Coronavirus: si può fare la spesa in un supermercato fuori dal Comune solo se è il più vicino a casa

Torna su
ParmaToday è in caricamento