menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autista aggredita sul bus, la Consulta degli Studenti: "Le esprimiamo solidarietà"

La Consulta degli Studenti prende netta distanza dall'episodio, porgendo le scuse a Cinzia e mostrandole solidarietà per l'episodio di cui è stata, suo malgrado, vittima: "Grazie al lavoro che ogni giorno lei e ai suoi colleghi compiete possiamo andare a scuola"

Cinzia, un'autista della Teop nei giorni scorsi è stata insultata da un gruppo di giovani mentre stava svolgendo il suo lavoro, guidando il bus. Alla fine è arrivato anche uno sputo da parte di uno dei giovani. La Consulta degli Studenti prende netta distanza dall'episodio, porgendo le scuse a Cinzia e mostrandole solidarietà per l'episodio di cui è stata, suo malgrado, vittima. 

LA LETTERA DELLA CONSULTA- "Cara Cinzia, abbiamo letto l'accaduto di cui è stata vittima quattro giorni fa mentre svolgeva regolarmente il suo lavoro. Le scriviamo, con la certezza di poter rappresentare gran parte della componente studenti/giovani che popolano la nostra Provincia, per chiederle formalmente scusa ed esprimerle tutta la nostra solidarietà. In molti le avranno riferito queste parole ma noi ci teniamo in particolar modo perchè queste gesta non hanno colpito solamente lei, ma anche noi. Sono gesta che infangano la reputazione dei giovani e rendono facile etichettare e stereotipare la nostra componente partendo da casi isolati di inciviltà. Non ci identifichiamo nei ragazzi che il 7 marzo la hanno ricoperta di insulti e le hanno sputato addosso per futilità, anzi, vorremmo approfittarne per ringraziarla. Grazie al lavoro che ogni giorno lei e ai suoi colleghi compiete possiamo andare a scuola, muoverci ed essere più autonomi. Il suo incidente rappresenta da una parte un isolato caso di maleducazione da parte di ragazzi non ancora del tutto consapevoli di far parte di una comunità, dall’altro uno dei numerosissimi e quotidiani esempi di pazienza e disponibilità che ci mostrate. Non si demoralizzi dall’accaduto, Parma e i suoi giovani hanno bisogno di persone come lei. Per questo speriamo accetti le nostre scuse e che possa tornare al più presto al massimo delle sue capacità nel bellissimo lavoro che svolge a beneficio della città. Cogliamo l’occasione per porgerle i nostri più cordiali saluti". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento