Incidente con un auto piena di armi: arrestati 2 albanesi

Posto di blocco sull'Asolana: fermati quattro albanesi, due di loro pieni di ferite e sangue. Gli accertamenti hanno dimostrato che i due avevano avuto un incidente nel cremonese. Nella vettura trovati un fucile e una scacciacani

Sono stati fermati a Parma ma la loro storia inizia a Cremona. Nella notte tra il 7 e l'8 marzo la pattuglia dell'Aliquota radiomobile di Parma hanno fermato sull'asolana una Lancia Y con 4 albanesi a bordo, uno di loro con il volto pieno di ferite e sangue. Dai primi accertamenti, i quattro albanesi hanno dichiarato di essere stati coinvilti in una lite con altri connazionali. Spiegazione plausibile ma che non ha convinto del tutto i carabinieri.

Le successive indagini, svolte con il comando dei carabinieri di Cremona, hanno dimostrato che due dei quattro albanesi fermati erano stati coinvolti poche ore prima del fermo in un incidente stradale a San Giovanni in Croce. E. S., 28 anni e A. S. di 24 anni si trovavano a bordo di una Ford Mondeo, rubata a Bibbiano quando sono andati a sbattere contro un palo. Nell'automobile i due malviventi avevano un fucile da caccia rubato a Langhirano i primi di marzo, una pistola scacciacani e un paio di orrecchi di cui ancora si ignora il proprietario. In loro soccorso sono arrivati i due complici che avvertiti dell'incidente si sono recapitati sul posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta rientrati a Parma i quattro sono stati fermati al posto di blocco all'altezza della trattoria "Il Norcino" con a bordo dei guanti sporchi di sangue, un taglierino e una torcia. Grazie anche alle testimonianze raccolte sul luogo dell'incidente si è proceduto all'arresto dei due albanesi. E. S., extracomunitario senza fissa dimora e A. S. residente in provincia di Modena sono accusati di ricettazione di auto rubata e fucile e al momento si trovano in carcere. Gli altri due conterranei invece sono indagati per favoreggiamento ma restano a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento