Auto elettriche, il Comune firma un protocollo per i distributori

La sottoscrizione ufficiale dell’atto avverrà venerdì 1 marzo. L'accordo è tra Comune, Enel, Regione e Iren allo scopo di creare una nuova rete infrastrutturale per l'alimentazione delle auto elettriche

Il potenziamento della mobilità elettrica costituisce una sfida per il futuro con risvolti importanti sulla tutela della salute pubblica, grazie alla riduzione di agenti inquinanti prodotti dalle auto alimentate a benzina e diesel. La Giunta comunale ha approvato lunedì 25 febbraio, il protocollo d’intesa tra Comune di Parma, Regione Emilia-Romagna, Enel Distribuzione e Aem Distribuzione Spa – Gruppo Iren, con l’obiettivo di adottare misure per la promozione e l’incentivazione dell’uso di veicoli ecosostenibili e realizzare una rete di distributori di ricarica per veicoli elettrici innovativi, sicuri e di semplice utilizzo.

L’approvazione del protocollo di intesa è propedeutica alla sottoscrizione ufficiale dell’atto che avverrà venerdì 1 marzo, in municipio. “Accogliamo con entusiasmo questa iniziativa – è il commento dell’assessore all’ambiente Gabriele Folli – che va nella direzione di incentivare la mobilità sostenibile e quindi di migliorare la qualità dell’aria sul territorio regionale. La creazione di una nuova rete infrastrutturale per l’alimentazione delle vetture elettriche risponde appieno all’intendimento dell’Amministrazione di privilegiare le tecnologie innovative rispetto all’uso dei combustibili fossili”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mobilità elettrica presenta grandi potenzialità in termini di riduzione dell’inquinamento sia atmosferico che acustico. E gli attori del progetto sono tutti impegnati nel sostenerla mobilità elettrica: la Regione ha fra i propri obiettivi principali quello del risanamento e della tutela della
qualità dell’aria; il Comune di Parma ha maturato diverse esperienze in questo ambito volte a incentivare l’acquisto di veicoli elettrici ed ecocompatibili e sistemi di mobilità condivisi come il “car – sharing”.

Enel è attiva nello sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative che
consentano un uso efficiente dell’energia ed ha ideato un sistema di infrastrutture intelligenti per la ricarica dei veicoli elettrici, con le più avanzate tecnologie informatiche per il controllo e la gestione remota; Infine AemD, Società del Gruppo Iren, concessionaria della distribuzione di
energia elettrica nei Comuni di Torino e Parma, ha siglato con Enel un accordo con l’obiettivo di beneficiare delle esperienze maturate da Enel nel settore della mobilità elettrica e sviluppare progetti nei territori in cui Iren è distributore di energia elettrica.

I sistemi di ricarica saranno organizzati in modo da permettere al proprietario di un’auto elettrica di stipulare un contratto di fornitura con una società energetica a sua scelta e di ricaricare il proprio veicolo indifferentemente da colonnine sia Enel sia Hera che Iren, vedendosi comodamente fatturare l’importo in bolletta. Il protocollo ha fra i propri fini quello di sviluppare la mobilità elettrica lungo l’asse della via Emilia che si presenta particolarmente adatto per le caratteristiche territoriali e di mobilità a questo scopo. Comune, Enel, Regione e Gruppo Iren collaboreranno per la realizzare un programma di iniziative progettuali e promozionali nel campo della mobilità elettrica attraverso l’avvio di un progetto pilota che riguarderà la sperimentazione di un sistema innovativo per la ricarica di auto e veicoli merci elettrici di 10 impianti di ricarica pubblica nell’ambito del Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento