Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Autobus troppo lunghi, arriva l'emendamento di Pagliari per 'salvarli'

Se approvato, l'emendamento andrà a modificare il Nuovo codice della strada approvato nel 1992: la nuova lunghezza massima viene portata a 18,75 metri. I filobus della Tep così potrebbero circolare

La vicenda paradossale dei filobus Tep che da tempo stazionano nel deposito dell'azienda pubblica senza poter essere utilizzati in virtù della loro lunghezza, superiore ai limiti stabiliti dal Codice della Strada, è nota ed è 0ggetto di attenzione anche da parte del senatore parmigiano Giorgio Pagliari fin dall'inizio del suo mandato. Il parlamentare ha già presentato un emendamento alla Legge di Stabilità e un nuovo emendamento al Decreto legge 151 del 2014 attualmente in discussione nella quinta commissione del Senato per la conversione in legge avente come oggetto “Disposizioni di carattere finanziario indifferibili finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti ed opere pubbliche nonché a consentire interventi in favore di popolazioni colpite da calamita' naturali”.

Se approvato, l'emendamento andrà a modificare il Nuovo codice della strada approvato nel 1992, permettendo l'utilizzo “di mezzi autosnodati e filosnodati adibiti a servizio di linea per il trasporto di persone destinati a percorrere itinerari prestabiliti” anche qualora questi abbiano dimensioni superiori ai 18 metri di lunghezza. In particolare la nuova lunghezza massima viene portata a 18,75 metri. In questo modo sarà possibile l'utilizzo dei filobus acquistati presso una società olandese da Tep Spa alcuni anni fa e attualmente depositati presso le rimesse dell'azienda, i cosiddetti eBus. “Insisterò su questo fino a quando il problema non sarà risolto – afferma Pagliari - Si tratta infatti di un problema che non riguarda solo Parma, ma è generale. Mi auguro quindi si arrivi ad una soluzione positiva”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autobus troppo lunghi, arriva l'emendamento di Pagliari per 'salvarli'

ParmaToday è in caricamento