menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il parmense accoglie i bambini saharawi di "Help for children"

Nove bambini saranno ospiti fino al 19 agosto di tre Comuni del territorio: Felino, Zibello e Berceto. Questa mattina il tradizionale incontro in Provincia con l’assessore alle Politiche sociali, Marcella Saccani

Hanno gli occhi neri, uno sguardo profondo e un sorriso stampato sul viso. Mohammed, Salam, Mulay sono bambini come tanti altri, anche se la loro vita è diversa da quella a cui noi siamo abituati: la loro casa si trova in campi profughi, vere e proprie tendopoli in mezzo al deserto, con condizioni ambientali e sanitarie molto difficili.

È per dare una mano ai piccoli saharawi che l’associazione “Help for children”, con il contributo della Provincia, organizza ogni anno per loro una “vacanza” nel Parmense: un paio di mesi in cui i bimbi possono non solo divertirsi ma anche mangiare cibo sano e sottoporsi a visite mediche. Quest’anno sono 9 i bambini saharawi che sono arrivati nel nostro territorio, insieme ai loro accompagnatori, e qui rimarranno fino al 19 agosto. In questi giorni sono ospiti del Comune di Felino, nella scuola dell’infanzia di San Michele Tiorre, poi si trasferiranno a Zibello e finiranno la vacanza a Berceto.

Questa mattina i bambini sono stati accolti in Provincia per un incontro che è ormai una tradizione e che testimonia ancora una volta la vicinanza delle istituzioni e del territorio parmense alla dolorosa vicenda del loro popolo: da quasi 40 anni i saharawi stanno lottando pacificamente per la propria indipendenza dal Marocco e vivono in condizioni drammatiche, per metà nel Sahara occidentale, nella propria terra occupata dal Marocco, e per metà in campi profughi nel deserto, dove sopravvivono grazie agli aiuti internazionali.

“L’unica cosa che mi viene da dire guardandovi è che vi mangerei di baci, perché a volte le parole sono un po’ inutili. Spero che passiate una bella vacanza, che abbiate l’opportunità di divertirvi e di trovare nuovi amici - ha detto con un sorriso, rivolgendosi ai piccoli seduti nelle prime file di sala Savani, l’assessore provinciale alle Politiche sociali Marcella Saccani, che ha aggiunto: “Ringrazio gli amici di “Help for children” per il loro grande cuore, per il forte impegno che da anni mettono in questo progetto, che dà l’opportunità ai bambini di fare controlli sanitari a cui altrimenti non potrebbero avere accesso”.
 
“La Provincia, partner storica del progetto, ci dà soprattutto un aiuto sul piano istituzionale, perché la causa del popolo saharawi è troppo spesso dimenticata e i bambini che sono qui sono davvero dei piccoli ambasciatori di pace di un popolo – ha sottolineato il presidente di “Help for children” Giancarlo Veneri -. Un popolo che, nonostante viva in condizioni di estremo disagio, ha una grande dignità politica, sociale e umana. Un popolo che è stato capace di articolare una società con dei valori fondanti molto forti, ispirati soprattutto alla pace, e che ogni tanto ci dà qualche lezione”.
All’appuntamento di questa mattina erano presenti anche diversi volontari dell’associazione “Help for Children”. Al termine dell’incontro, in segno di benvenuto, ai bimbi sono stati donati zaini, materiale per la scuola e palloni.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento