menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bancarotta della Spip: Borrettini condannato a 1 anno e 4 mesi

L'immobiliarista, accusato di bancarotta fraudolenta per l'acquisto di terreni edificabili e la rivendita a prezzi enormemente più alti, ha patteggiato: la pena è stata sospesa

L'immobiliarista Paolo Borrettini ha patteggiato un anno e quattro mesi di reclusione per bancarotta fraudolenta per il crac della Spip. La società partecipata del Comune di Parma è stata dichiarata fallita nel 2013 con un buco di 120 milioni di euro: il procedimento penale relativo al crac vede coinvolte, oltre a Borrettini, altre undici persone. Secondo l'accusa l'immobiliarista avrebbe comprato terreni edificabili per poi rivenderli a cifre molto elevate, anche dopo poche ore dall'acquisto: questa modalità di azione avrebbe fruttato 29 milioni di euro. La residenza universitaria Cocconi, messa sotto sequestro l'anno scorso, sarebbe stata acquistata proprio con una parte di quei soldi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento