Banco Desio, respinto il patteggiamento: controllate a processo

Non ci sarà il patteggiamento, quindi, ma il processo la cui prima udienza si terrà il 27 settembre 2013

Banco Desio. Tra denunce, processi ed esposti la vicenda è venuta a galla negli ultimi anni, grazie alle denunce portate avanti dall'ex dipendente della filiale di Parma Enrico Ceci, arricchendosi di sempre maggiori particolari. E' di pochi giorni fa la notizia della richiesta di  Commissione d'Inchiesta Parlamentare sul 'sistema' del Banco Desio presentata dal Movimento 5 Stelle: una vittoria per Enrico Ceci, che continua a seguire le intricate vicende processuali.

La novità è che il Gup di Roma ha respinto la richiesta di patteggiamento presentata dalle controllate del Banco Desio, Banco Desio Lazio spa e Credito Privato Commerciale SA. Non ci sarà il patteggiamento, quindi, ma il processo la cui prima udienza si terrà il 27 settembre 2013. Le accuse? Dall'associazione a delinquere al concorso in dichiarazione fraudolenta ad appropriazione indebita di denaro. Una battaglia che si sta consumando nelle aule di giustizia ma che tornerà presto a far parlare di sè. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Banco Desio, i 5 Stelle chiedono una Commissione d'Inchiesta
LE INDAGINI "ARENATE" - Maria Mussin, senatrice del Movimento 5 Stelle ricorda come " l’indagine - in modo apparentemente inspiegabile - a un certo punto si è come “arenata” e, dall’aprile 2009 al giugno 2011, nessuna attività di indagine è stata più autorizzata dalla Procura di Roma" tanto che "solamente a seguito di una richiesta di avocazione delle indagini per inerzia, presentata alla Procura Generale di Roma da due privati cittadini, il PM Cascini - il primo agosto 2011 - ha chiuso le indagini preliminari attribuendo una serie di reati, associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio con l’aggravante della transnazionalità, concorso in dichiarazione fraudolenta mediante l’utilizzo di artifizi atti idonei ad ostacolare l’accertamento delle imposte evase e concorso in appropriazione indebita di denaro con le aggravanti del danno patrimoniale allo Stato e dell’abuso di relazioni di ufficio ad un ristretto  gruppo di manager di due sole società del Gruppo: Banco Desio Lazio S.p.A. e Credito Privato Commerciale SA (la banca svizzera con sede a Lugano". “.matoday.it/cronaca/banco-desio-commissione-inchiesta.html

Seguici su Facebook:https://www.facebook.com/ParmaToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

Torna su
ParmaToday è in caricamento