menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cercano di pagare con una banconota falsa da 100 euro: la Finanza arresta due persone

I finanzieri di via Torelli hanno tratto in arresto un uomo ed una donna italiani, A.M. di 32 anni e A.E. di 34 anni, entrambi residenti in città e gravati da numerosi specifici precedenti di polizia

La Guardia di Finanza di Parma ha tratto in arresto due persone, con l’accusa di “spendita di banconote false”, reato previsto e punito dall’articolo 455 del Codice penale. L’intervento è scaturito dalla segnalazione, al numero di pubblica utilità “117”, da parte del titolare di un esercizio commerciale cittadino, il quale riferiva di avere appena ricevuto - dai due individui - una sospetta banconota del taglio di 100 Euro, a fronte della vendita di generi alimentari per un importo pari a 25 Euro.    

La pattuglia della Compagnia Guardia di Finanza di Parma, prontamente intervenuta nei pressi di via Farini, dopo aver riscontrato l’effettiva contraffazione della banconota, riusciva ad individuare e bloccare i due responsabili, peraltro sorpresi ancora in possesso del “resto” di 75 Euro, ricevuto a fronte del pagamento.

I finanzieri di via Torelli traevano in arresto un uomo ed una donna italiani, A.M. di 32 anni e A.E. di 34 anni, entrambi residenti in città e gravati da numerosi specifici precedenti di polizia. I due venivano posti agli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Parma. La banconota falsa da 100 Euro veniva sottoposta a sequestro. Il fenomeno illecito in argomento ha assunto proporzioni sempre maggiori, tanto che per i cittadini il rischio di entrare in possesso di valuta falsa è tutt’altro che trascurabile.

La banconota da 20 Euro risulta attualmente la più contraffatta, seguita da quello da 50 Euro: i falsi di questi due tagli costituiscono complessivamente il 78 per cento del totale. Per riconoscere immediatamente la genuinità delle banconote Euro, la Guardia di Finanza consiglia, in primo luogo, di verificare i molteplici elementi di sicurezza di cui le stesse sono dotate, confrontandole con altre di pari valore e sicuramente autentiche. La stampa calcografica (particolare tipo di stampa a rilievo) è presente in diverse aree delle banconote genuine ed è facilmente percepibile al tatto grazie al suo caratteristico effetto di rilievo. 

Tenendo la banconota controluce è possibile vedere il registro recto-verso, la filigrana ed il filo di sicurezza microscritto. Sul fronte (recto) della banconota di piccolo taglio è presente una striscia olografica. Muovendo la banconota è possibile osservare alternativamente il simbolo dell'euro (€) in colori brillanti o il valore nominale (5, 10, 20). Sul retro (verso) della banconota è presente una striscia iridescente. Muovendo il biglietto, la striscia brilla per effetto della luce. Sul fronte (recto) della banconota di taglio da 50 e 100 Euro è presente una placchetta olografica. Muovendo la banconota è possibile osservare alternativamente le cifre indicanti il valore nominale (50 o 100), il motivo architettonico riprodotto sul biglietto o il simbolo dell'euro (€). Sul retro (verso) della banconota è stato utilizzato un inchiostro otticamente variabile per le cifre indicanti il valore nominale. 

In caso di dubbi sulla legittimità di una banconota di cui si è venuti in possesso, è comunque opportuno - per evitare di incorrere in responsabilità anche di natura penale - sottoporla all’esame degli addetti agli sportelli delle banche, degli uffici postali o delle filiali della Banca d’Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento