Bando per gli alluvionati: 100mila euro da Fondazione Monteparma

Sarà aperto il 17 novembre per un mese il bando di 100 mila euro, donati da Fondazione Monteparma, per le famiglie colpite dall'alluvione del 13 ottobre scorso. A poter accedere chi ha subito lo sgombero e ha Isee fine 30mila euro

100 mila euro per le famiglie colpite dall'alluvione del 13 ottobre scorso. E' quanto stanziato da Fondazione Monteparma e inserito in bilancio dal Comune predisponendo un bando apposito per coprire le spese eccezionali e i danni subiti nelle zone più colpite. In collaborazione con l'assessorato al welfare il bando predisposto mira, come sottolineato da Laura Rossi, a fornire un primo aiuto alle famiglie residenti a Parma o che svolgono attività lavorative nel comune che hanno un indicatore Isee entro 30 mila euro. Un fondo indirizzato in via prioritaria alle famiglie che hanno lasciato l'abitazione a seguito dello sgombero per inagibilità dovuta all'esondazione, a chi ha sostenuto spese eccezionali nei consumi di acqua, luce e servizi di spurgo fogna, chi ha subito danni a veicoli e ciclomotori e chi ha dovuto sostenere spese per la riparazione degli elettrodomestici o l'acquisto di nuovi.

"Il nostro intento è quello di non banalizzare qualsiasi tipo di danno subito per cercare per quanto possibile di attenuare i disagi subiti dagli abitanti del quartiere Montanara", sottolinea il sindaco Pizzarotti. Un contributo significativo da Fondazione Monteparma, come sottolineato dal presidente Roberto Delsignore per "fornire aiuti stanziabili in modo celere. Per capire quali fossero le reali necessità il 17 ottobre scorso ho incontrato il presidente della Protezione civile di Parma trovando anche il sindaco e l'assessore Alinovi con le scarpe sporche di fango impegnati attivamente nell'emergenza. Dalla comprensione delle criticità l'idea di coordinarci con l'assessorato al welfare, trovando piena disponibilità dell'assessore Rossi per coordinare il bando. Significativo l'impegno delle fondazioni di origine bancaria, promotori di filantropia e volontariato che però stanno subendo penalizzazioni per le crescenti tassazioni". Il sindaco Pizzarotti prevede che oltre alla Fondazione Monteparma ci sia nel breve periodo il coinvolgimento di privati e associazioni che si uniranno alla raccolta fondi rendendo possibile lo stanziamento futuro di altre risorse. Fondamentale però, sottolinea il sindaco, il controllo sociale per far si che le risorse disponibili vadano a chi ne ha realmente bisogno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quanto illustrato dall'assessore Rossi, è previsto un massimo di 8000 euro per chi si è dovuto trasferire dall'abitazione di residenza, nel caso di una sola persona per nucleo abitativo il contributo massimo è pari a 5000 euro. Previsti da 500 a 1000 euro contributi per spese eccezionali nell'utilizzo di acqua, luce e spurgo fogna , 1000 euro per ciclomotore danneggiato se utilizzato per recarsi a lavoro e sino a 5000 euro per autoveicolo. Sono previsti anche sino a 3500 euro per le spese relative a elettrodomestici danneggiati. Ad avere la priorità saranno i nuclei con Isee fino a 20mila euro. Per accedere al bando, aperto dal 17/11/2014 al 17/12/2014, occorre compilare il modulo disponibile presso il Polo sociale Montanara di via Carmignani 9 o presso il Duc, sul portale del Comune di Parma. Le domande andranno presentate agli sportelli del polo Montanara dal lunedì al venerdì dalle 8,15 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 17,30 dal lunedì al giovedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento