menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bando per l'integrazione, Maestri: "I criteri devono garantire la qualità del servizio"

Maestri: "I criteri che attribuiscono punteggi decisivi per l'assegnazione del bando a chi offre lo sconto maggiore possono generare difficoltà nel mantenimento della qualità dei servizi e del rispetto dei contratti"

“Bene la metodologia del bando pubblico, quel che desta preoccupazione sono i criteri col quale è stato predisposto”. La parlamentare del Pd Patrizia Maestri specifica la propria posizione in merito all’assegnazione provvisoria del servizio di integrazione scolastica per alunni e studenti disabili, alla luce delle dichiarazioni rilasciate dall’assessore del Comune di Parma Laura Rossi attraverso una conferenza stampa indetta all’indomani della pubblicazione dell’esito del bando. 

“Non si tratta di un problema di continuità per quanto riguarda chi gestisce il servizio, ma di continuità e di garanzia della qualità e dell’offerta, così come dei posti di lavoro – spiega la deputata Pd – In generale, i criteri che attribuiscono punteggi decisivi per l’assegnazione del bando a chi offre lo sconto maggiore possono generare difficoltà nel mantenimento della qualità dei servizi e del rispetto dei contratti. Accolgo con favore – conclude Maestri - le dichiarazioni dell’assessore Rossi in merito ai controlli che il Comune predisporrà affinché i livelli di qualità di un servizio così delicato non diminuiscano, controlli che del resto la stessa cittadinanza sarà chiamata a fare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento