Aperto il bando regionale per lo spettacolo

Finanziamenti per il triennio 2012-2014. Domande fino al 14 marzo, alla Regione e alla Provincia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

È aperto fino al 14 marzo il bando regionale per i finanziamenti a progetti nel settore dello spettacolo per il triennio 2012-2014. In controtendenza rispetto allo scenario nazionale, la Regione Emilia-Romagna non taglia ma conferma i contributi per lo spettacolo, che da anni sostiene e valorizza in compartecipazione con le Province.
I finanziamenti andranno a sostenere in via prioritaria progetti per la produzione e distribuzione di spettacoli e per l’organizzazione di rassegne e festival. Possono inoltre essere finanziati progetti di rilievo regionale per il coordinamento e la promozione di settori specifici dello spettacolo. Due i canali di finanziamento: attraverso accordi tra la Regione e le Province, con erogazione del contributo da parte delle Province, oppure attraverso convenzioni triennali tra la Regione e i soggetti stessi che abbiano presentato progetti di rilevanza regionale.
Possono presentare domanda i soggetti pubblici e privati, organizzati sul piano giuridico, che operano nel settore dello spettacolo. Questi i requisiti: avere sede nel territorio regionale; presentare un programma di attività di durata triennale; svolgere attività nel settore dello spettacolo da almeno tre anni, con programmazione regolare e continuativa; essere dotati di una struttura organizzativa e finanziaria adeguate alle attività programmate, rispettare i contratti collettivi di lavoro e, se si dispone di una sede, avere una sede in regola con le norme di sicurezza; presentare un progetto i cui costi annui non siano inferiori a 60mila euro, ad eccezione di progetti che ricadono su aree particolarmente sfavorite dal punto di vista dell’offerta di spettacolo.
I soggetti pubblici o privati che intendono proporre alla Regione progetti da finanziare attraverso convenzione devono avere anche ulteriori requisiti, e cioè: svolgere attività di rilievo almeno regionale; aver instaurato stabili rapporti con gli enti locali; garantire affidabilità finanziaria; presentare un bilancio finanziario che preveda un totale di costi annui non inferiore a 750mila euro euro per le produzioni teatrali (400mila per chi si occupa stabilmente di nuove forme di teatro contemporaneo), a 750mila euro per rassegne e festival di musica classica, a 300mila euro per rassegne e festival di teatro, cinema, danza, musica contemporanea, jazz, rock e altro; avere una struttura organizzativa di elevata professionalità sul piano artistico, tecnico e amministrativo-gestionale; promuovere forme di conservazione e valorizzazione del proprio patrimonio teatrale; prevedere iniziative di promozione e formazione del pubblico, di formazione del proprio nucleo artistico e tecnico-organizzativo e forme di collaborazione con altri organismi del settore.
Per quanto riguarda l’attività bandistica, sono i Comuni a dover presentare la domanda per conto dei propri complessi.
I progetti devono essere presentati alla Regione Emilia-Romagna (Servizio Cultura, Sport, Viale A. Moro 38, 40127 Bologna) entro le 13 di mercoledì 14 marzo 2012. Copia della documentazione va inviata anche alla Provincia in cui ha sede legale il soggetto che richiede il contributo. Per i progetti relativi all’attività bandistica, la documentazione va inviata esclusivamente alla Provincia. Per i progetti relativi ad attività di coordinamento e promozione di settori specifici dello spettacolo, la documentazione va inviata esclusivamente alla Regione.
La modulistica è su internet:
sul sito Cartellone: https://www.cartellone.emr.it/wcm/cartellone/pagine/leggi_regolamenti.htm sul portale “ER”, area tematica Cultura, alla voce spettacolo: https://www.regione.emilia-romagna.it/temi/cultura/spettacolo/modulistica-online.

Per informazioni: Provincia di Parma, Servizio cultura, tel. 0521 931761, c.calidoni@provincia.parma.it

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento