menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Barista tarocca il contatore della luce: denunciato per furto di energia elettrica

L’uomo, titolare di un bar in centro a Traversetolo, aveva manomesso l’apparecchio, arrivando a risparmiare il 60 per cento. Ma gli agenti della Pedemontana, su segnalazione dell’Enel, lo hanno scoperto

Mese dopo mese, la bolletta della luce per quel centralissimo bar di Traversetolo si faceva sempre più leggera. Talmente leggera da insospettire il personale Enel, che non riusciva a comprendere come mai quell’esercizio commerciale consumasse meno della metà rispetto a prima. La compagnia elettrica ha deciso di vederci chiaro, così ha contattato la Centrale della Polizia Municipale Pedemontana chiedendo un sopralluogo. E nel pomeriggio di lunedì 7 agosto il mistero è stato svelato. Nessun crollo della pausa caffè: gli agenti, dopo aver esaminato accuratamente il contatore della luce, hanno scoperto che era stato taroccato con un magnete per rallentare il consumo di energia elettrica, un po’ come si fa con i tachigrafi dei camion, permettendo di ridurre il costo della bolletta del 60 per cento. Gli agenti della Polizia Pedemontana hanno immediatamente sequestrato il contatore e il magnete, denunciando il “furbetto del contatore” per furto di energia. L’intervento della municipale ha incassato il plauso del sindaco di Traversetolo, nonché vicepresidente dell’Unione Pedemontana Parmense, Simone Dall’Orto.

«Desidero fare i miei complimenti alla Polizia Pedemontana per l’operazione – sottolinea il primo cittadino –. Questa è la dimostrazione del fatto che la Polizia Municipale Pedemontana, a differenza di quanto affermano i male informati che la accusano di servire soltanto a fare cassa con le multe, svolge invece operazioni di monitoraggio del territorio a trecentosessanta gradi, grazie a personale professionalmente preparato. Con la creazione del Corpo Unico dell’Unione, siamo riusciti a formare nuclei di agenti specializzati in diversi settori che vanno dalla pubblica sicurezza al contrasto ai furti e alle truffe. Diversamente – conclude Dall’Orto – tutto questo non sarebbe stato possibile».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Cronaca

    Bonaccini: "Se i contagi aumentano, pronti a chiudere le scuole"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento