menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Barricate: il ricordo in piazzale Rondani per il 95esimo anniversario

L’Assessore Ines Seletti ha portato il saluto di Pizzarotti, che non era presente, e ha sottolineato quanto le “Barricate” costituiscano, un esempio a cui ispirarsi per combattere ogni giorno le ingiustizie

Ricordare ogni anno gli avvenimenti storici della nostra città e in particolare i valori e gli ideali che portarono alle Barricate in Oltretorrente nel 1922, è un dovere di tutti i cittadini. Sono trascorsi 95 anni da quando il coraggio delle donne e degli uomini fermarono l'avanzata del fascismo a Parma, uniti per dire no alla sopraffazione, alla dittatura, alla violenza e confermare gli ideali di libertà, di democrazia e di indipendenza. Ecco quanto trasmesso oggi nella cerimonia “Barricate del 1922” tenutasi in piazzale Rondani, organizzata dalla C.G.I.L. di Parma, dalle Associazioni Partigiane cittadine e dall’Istituto Storico della Resistenza, per ricordare che nella notte tra il 5 ed il 6 agosto 1922 si svolse la gloriosa conclusione delle Barricate parmigiane, quando le forze antifasciste organizzarono la difesa estrema della città assediata dalle squadre fasciste di Italo Balbo, costrette poi alla ritirata. Alla cerimonia erano presenti le massime autorità cittadine, i parlamentari parmigiani, amministratori, le Associazioni di Partigiani e dei Perseguitati e i rappresentanti sindacali. L’Assessore Ines Seletti ha portato il saluto del Sindaco e ha sottolineato quanto le “Barricate” costituiscano, un esempio a cui ispirarsi per combattere ogni giorno le ingiustizie e la sopraffazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 88 nuovi contagi e 4 decessi

  • Cronaca

    I parmigiani e il vaccino: aumentano gli scettici

  • Attualità

    Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento