Preso il rapinatore della farmacia di Barriera Repubblica

Si chiama Marco Mark, ha 25 anni ed è un italiano di etnia rom. E' stato arrestato a Brescia grazie al lavoro congiunto della Questura di Parma con i colleghi delle altre città dove aveva messo a segno diversi colpi

E' stato arrestato a Brescia il malvivente che lo scorso 23 settembre aveva rapinato la Farmacia di Piazzale Vittorio Emanuele in Barriera Repubblica. Si chiama Marco Mark ed è un 25enne italiano di etnia rom. Aveva fatto irruzione nell'esercizio dove lavoravano due donne e, dopo aver estratto una pistola, aveva preso l'incasso della giornata pari a 620 euro. Poi era scappato all'interno del Barilla Center facendo perdere le proprie tracce.

Nonostante la concitazione del momento, le due farmaciste sono riuscite a fornire una descrizione accurata del rapinatore che ha permesso alla Questura di elaborare un identikit particolareggiato subito inviato per via telematica alla rete di polizia. Ieri l'altro la svolta: il giovane ha messo a segno un'altra rapina in farmacia, questa volta a Brescia. Dopo il colpo il farmacista, che aveva l'allarme collegato con la Questura, ha allertato la squadra volanti. L'uomo si è dato alla fuga a bordo di un pick-up (risultato poi rubato ad un pakistano), ma è stato distratto dallo stesso farmacista che ha lanciato un estintore contro l'auto. All'arrivo della polizia, Marco Mark ha continuato ad opporre resistenza, investendo anche un poliziotto. Bloccato dagli agenti è stato arrestato e portato nel carcere di Brescia.

L'arma sequestrata è una pistola giocattolo, del tipo scacciacani. Il giovane aveva un passato come tossicodipendente ed era evaso da una comunità di recupero di Verona lo scorso luglio. A bordo di auto rubate, aveva messo a segno numerosi colpi, sempre a danno di farmacie, in Toscana, Emilia-Romagna, Liguria e Lombardia. Rapine che fruttavano bottini tra i 500 e i 1000 euro: soldi che ovviamente servivano all'uomo per alimentare la sua tossicodipendenza. Marco Mark è stato incriminato per rapine multiple, furto, ricettazione, utilizzo di documenti falsi e tentato omicidio. Fortunatamente le condizioni del poliziotto investito non sono gravi. Ne avrà per sette giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si tratta di un malvivente che non è legato al mondo della criminalità organizzata - ha dichiarato il capo della Squadra Volanti di Parma, Roberto Cilona-. L'uomo rapinava le farmacie per recuperare il denaro necessario all'acquisto della droga. Sottolineo questo aspetto perchè tengo a ribadire che a Parma non vi è alcuna emergenza criminalità. Il territorio è costantemente presidiato e questi episodi sono solo riconducibili all'azione isolata di singoli individui". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pizzarotti furioso: "Non è una gara a chi è più stupido"

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • Paura in via Emilia Est: auto si ribalta alla rotonda e finisce nel parcheggio dell'Ovs

  • "La mia prima cena dopo il lockdown: vi racconto com'è andata"

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

Torna su
ParmaToday è in caricamento