menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premio Scenario Ustica, segnalazione speciale per la parmigiana Beatrice Baruffini

Stasera, venerdì 19 luglio alle 21.30 i quattro progetti finalisti del Premio Scenario Ustica, tra cui W Prova di resistenza, dedicato alla Resistenza di Parma, verranno presentati a Bologna al Parco della Zucca

La parmigiana Beatrice Baruffini con lo spettacolo W (Prova di resistenza) ha ricevuto una segnalazione speciale, insieme al progetto Trenofermi A-Katzelmacher di nO (Dance first. Think later) di Roma, nell'ambito del Festival Internazionale di Santarcangelo, per il Premio Scenario per Ustica 2013. Ai due progetti segnalati dalla giuria presieduta da Arturo Cirillo sono andati 1.000 euro ciascuno. Il Premio Scenario è stato assegnato ai Fratelli della Via (Tonezza del Cimone VIcenza) con il progetto 'Mio figlio era come un padre per me' e al Collettivo InternoEnki (Roma) con Medea Big Oil. 

Lo spettacolo di Beatrice Baruffini parla della Resistenza di Parma, delle Barricate del 1922 e della storia antifascista della nostra città. Stasera, venerdì 19 luglio alle 21.30 i quattro progetti finalisti del Premio Scenario Ustica, tra cui W Prova di resistenza, verranno presentati a Bologna al Parco della Zucca presso il Giardino della Memoria. Il Premio Scenario per Ustica è rivolto al giovane teatro civile italiano ed è promosso dall'Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica e Scenario per Ustica. Quattro progetti finalisti, quattro spettacoli presentati all'interno della rassegna 'Dei Teatri Della Memoria' con la direzione artistica Cristina Valenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Vaccino: da domani prenotazioni anche online per i 50-54enni

Ultime di Oggi
  • Sport

    Lazio-Parma 0-0 | Linea giovani: tutti dentro

  • Attualità

    "Vaccino: dal 17 maggio prenotazioni per gli over 40"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento