menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arriva la Befana per Vignali: i pensionati di Parma gli portano il carbone

Il sindaco si è però rifiutato di riceverli e quindi il dono simbolico non è stato materialmente consegnato. Il sindacati dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil chiedono un confronto sulle politiche sociali per gli anziani

Il sindaco Vignali non gradisce il carbone. Nella mattinata odierna ha infatti rifiutato di ricevere i sindacati unitari dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil di Parma che si sono recati presso la sede municipale per consegnare al primo cittadino il dono simbolico al fine di segnalare, ancora una volta, le criticità relative ai servizi agli anziani e più in generale la difficoltà ad un confronto reale con l’Amministrazione cittadina sulle politiche sociali e gli investimenti previsti dal bilancio 2011 per la popolazione anziana.

Curioso che, pur non avendo ritenuto opportuno incontrare la delegazione che chiedeva ascolto su questioni di merito, il sindaco abbia comunque trovato utile contestare l’iniziativa per interposta persona, facendo comunicare dall’assessore Lasagna il disappunto verso richieste che, pur non essendo mai state oggetto di un confronto (va ricordato che già un precedente appuntamento fissato allo scopo è andato annullato per motivi non noti) vengono sbrigativamente liquidate come strumentalizzazioni politiche. Una spiegazione che l’assessore utilizza ormai in qualsiasi occasione, quasi che riciclasse la stessa nota stampa per scarsità di ulteriori risposte. O forse perché non dispone di altre più valide argomentazioni.

“A proposito dell’incontro sul bilancio di previsione 2011 – tiene poi a precisare in calce la segretaria generale della Cgil di Parma, Patrizia Maestri, presente all’iniziativa – serve forse ribadire che si è trattato di un’esposizione puramente formale di numeri e dati non supportati da illustrazione di progetti concreti. Non a caso, unitariamente con gli altri sindacati confederali, abbiamo già lamentato la scarsa trasparenza e l’assenza in quella stessa occasione dell’assessore competente”.

Resta la presa d’atto del fatto, sconcertante, che un’Amministrazione pubblica chiuda le porte della casa municipale a chi rappresenta migliaia di pensionati della città e chiede solo di discutere di problemi reali. E tutto questo solo perché non condivide modi e motivazioni?

Cgil Parma
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento